Il personale storico del nido di Oria: «Ora basta polemiche, lasciateci lavorare in serenità»


Dopo il botta e risposta tra genitori e assessore – inframezzato dall’intervento di Asl e carabinieri – sull’asilo nido di Oria si registra l’intervento di coloro che se ne definiscono il “personale storico”. Lo si riporta qui di seguito:In questi giorni ne abbiamo ascoltate e lette di tutti i colori a proposito delle gestione dell’asilo nido comunale, che poi rappresenta il nostro luogo di lavoro, il nostro stesso lavoro.
Chi meglio di noi può pronunciarsi al riguardo?
Partiamo col dire che non siamo state demansionate. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata una nuova cooperativa che ha portato con sé il suo metodo e le sue regole che noi condividiamo, che già applicavamo qualche anno fa e che perciò siamo sicure sia un metodo al top.Dopo aver letto le numerose critiche sulla mensa ci teniamo a precisare che nonostante alcuni piccoli cambiamenti avvenuti, i pasti risultano essere sempre completi, abbondanti e graditi dai bambini come sempre.

Riguardo ai lavori avviati dalla nuova cooperativa, come la tinteggiatura e la predisposizione di nuovi spazi, sono stati fatti solo con l’obiettivo di migliorare il servizio.

In questi anni si sono susseguite diverse cooperative, ognuna con la propria metodologia, ma non riusciamo a capire e a condividere questi ingiustificati polveroni per questo cambio. A noi, che viviamo l’asilo dall’interno e siamo distanti dalle questioni politiche, interessa soltanto che il nostro lavoro possa essere svolto al meglio e principalmente che i bambini stiano bene.

Chiediamo pertanto a tutti un semplicissimo favore: lasciate lavorare in serenità noi e la nuova cooperativa.

Da settembre in poi saremo noi stesse a monitorare la situazione ed eventualmente a segnalare cosa non va alla cooperativa, all’amministrazione e ai genitori.

Con l’augurio che a settembre ci sia un numero cospicuo di bambini, come sempre è avvenuto. E per questo confidiamo in voi genitori che avete riposto fiducia in noi di generazione in generazione affidandoci il bene più prezioso: i vostri figli.

Vi salutiamo,

Debora Dalessano – Ilenia Masiello – Claudia Caniglia – Rossella Fantucci – Simona Elia

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter