L’impresa francavillese si propone: «Conferire qui la frazione organica farebbe scendere i costi per l’Aro Brindisi 1»

Uno degli spiazzi antistanti Fermetal Sud nella zona industriale di Francavilla Fontana

L’Ager ha, nei giorni scorsi, individuato quale centrale di trasferenza della frazione Forsu (Frazione organica rifiuto solido urbano), per far fronte al sovraccarico estivo, un’impresa del Tarantino (Massafra), che percepirà 215 euro per tonnellata ricevuta dall’Aro Brindisi 1. L’impresa Fermetal Sud Spa, con sede a Francavilla Fontana, che già in passato ha reso lo stesso servizio, ha così scritto alla stessa Agenzia regionale per la gestione dei rifiuti comunicando la disponibilità a ospitare presso i suoi impianti – e allo stesso costo,  ossia cinque euro in meno per tonnellata rispetto al precedente incarico – al fine di garantire un risparmio ai comuni che fanno parte dell’Aro Brindisi 1, e cioè: Francavilla Fontana, Oria, Ceglie Messapica, Torre Santa Susanna, Latiano, San Pancrazio, San Michele, Villa Castelli ed Erchie. Secondo l’amministratore unico dell’impresa francavillese, infatti, una centrale di trasferenza più prossima a tutti i comuni dell’Aro Brindisi 1 garantirebbe una sostanziosa riduzione dei costi legati alla distanza che i mezzi della nettezza urbana devono percorrere quotidianamente e più volte al giorno. Ciascuno dei nove comuni è in termini chilometrici più prossimo alla Città degli Imperiali che non a Massafra e dunque, nel caso di impiego degli impianti Fermetal, diminuirebbero i costi per il trasporto (dai 30 chilometri di percorrenza in su le tariffe cominciano a salire sensibilmente). Ora bisognerà attendere per capire se l’Ager sia d’accordo e intenda un nuovo accordo temporaneo con Fermetal.

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter