Una maxi rimpatriata per la famiglia Micelli: ricordare chi non c’è più; conoscersi e stare insieme

I capostipiti Giuseppe Micelli e Francesca Valeriano

Quattro generazioni della famiglia Micelli si sono reincontrate o incontrate per la prima volta, sabato scorso, in una nota sala ricevimenti di Oria. Dopo qualche mese di preparazione – perché prendere contatti e cercare una data possibile per tutti o quasi non è impresa semplice – ecco che i due obiettivi a fondamento dell’iniziativa sono stati quasi per magia raggiunti: commemorare insieme chi purtroppo non c’è più, a partire dai cpostitipiti Giuseppe Micelli (“Pippinu Lu Russu”) e Francesca Valeriano (“Francesca La Ciola”); trascorrere del tempo uniti nei ricordi e, per chi non si era mai conosciuto, per fare la conoscenza dell’albero genealogico prima, dei parenti – vicini e lontani, sparsi in tutt’Italia – poi. Terminata la santa messa in suffragio, celebrata da don Daniele Conte nella chiesa di San Francesco D’Assisi, la folta comitiva si è diretta, appunto, al ristorante, dove tra un boccone e una chiacchiera, nel solco dei ricordi e del presente, i commensali hanno trascorso una giornata indimenticabile che, nelle intenzioni comuni, ha rappresentato soltanto la prima di una lunghissima serie.

[Foto di Debora Mele]

 

 

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter