Francavilla, Mns: «Pista ciclabile cercasi, solo propaganda senz’alcuna programmazione»


Si riceve e pubblica:

Francesco Candita

Movimento Nazionale di Francavilla Fontana intende ritornare su un tema che negli ultimi tempi è all’onore di cronaca locale nella città degli Imperiali: la pista ciclabile in via San Lorenzo.

Il segretario cittadino Avv. Francesco Candita afferma: ”Nonostante se ne stia parlando oramai da tempo, l’amministrazione sembra non accogliere le doglianze dei cittadini in relazione alla non utilità, anzi al danno, che la pista ciclabile realizzata in via San Lorenzo sta arrecando a residenti e non.

Partendo dal presupposto che realizzare un’opera del genere in una via così stretta come quella in oggetto ha reso pressoché impraticabile detta via, si aggiunga poi che non si comprende il fine di un’opera dicasi incompleta in quanto, frammentata a fine via con ovvi pericoli per le bici che devono attraversare un incrocio per poter proseguire il percorso.

Credo che tale opera sia stata solo frutto di una propaganda politica basata sull’incentivare una mobilità sostenibile che, tuttavia, deve essere programmata e progettata nei minimi termini per consentire un efficiente grado di utilizzabilità per i cittadini.

L’opera in oggetto non ha alcun senso tecnico ne pratico quindi è totalmente inutile per non dire poi che puntualmente è occupata da veicoli in sosta che non sanno dove parcheggiare.

Pertanto, noi di MNS di Francavilla rinnoviamo l’invito all’assessore del ramo a rivedere tale scelta infausta e di tornare sui propri passi perfezionando il progetto e creando una viabilità  completa e non solo una striscia mozzata di pista ciclabile.

Francavilla non si predispone pienamente ad accogliere una pista ciclabile per via della predisposiIone delle strade che sono strette e scommesse; pertanto è necessario studiare un piano di modifica urbanistica che possa consentire di progettare e realizzare dei percorsi ciclabili utili in tutta la città”.

Segreteria Cittadina MNS

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter