Amministrazione e imprenditori a confronto sulla variante della Zona Pip


L’Amministrazione Comunale di Francavilla Fontana ha incontrato giovedì 24 ottobre gli imprenditori e il Consorzio Imprese Riunite, rappresentato dal Presidente Oreste Pepe Milizia, per confrontarsi sull’avvio dell’iter che porterà all’adozione della variante alle NTA (norme tecniche di attuazione) riguardanti la Zona PIP.All’incontro erano presenti il Sindaco Antonello Denuzzo, l’Assessore all’Urbanistica Nicola Lonoce, l’Assessore alle Attività Produttive Domenico Magliola, l’Assessore all’Ambiente Antonio Martina e la dirigente del settore urbanistica Ing. Rosa Bianca Morleo.

A 10 anni dalla variante proposta dal Commissario Straordinario nel 2009, resta ancora irrisolto il nodo sulla natura dell’area PIP che oltre ad ospitare insediamenti di carattere artigianale e industriale presenta una componente commerciale molto rilevante.

Con l’attuazione della delibera di Giunta su questa materia, si mette ordine all’intera disciplina recependo i vari orientamenti giuridici emersi in proposito e si apre alla possibilità di insediamenti di natura differente.

Abbiamo incontrato e ascoltato gli imprenditori della nostra zona PIP, specificando anche dal punto di vista tecnico i passi che stiamo compiendo – dichiara l’Assessore all’Urbanistica Nicola Lonoce – La variante che stiamo portando avanti recepisce integralmente quanto previsto dal PUG, non altera le caratteristiche complessive dei piani sovraordinati ed è rispettosa degli standard urbanistici previsti dalla normativa. Si tratta di una materia particolarmente complessa che stiamo cercando di affrontare con risolutezza per consentire ad imprenditori ed attività produttive di poter investire su Francavilla. Per questo motivo abbiamo scelto la cosiddetta variante “normativa” che consente delle modifiche purchè si rispetti l’impianto originario della Zona PIP. Tutto questo non consente una rivoluzione copernicana, che richiederebbe tempi lunghissimi inaccettabili nelle dinamiche dell’economia moderna, tuttavia – conclude l’Assessore Lonoce – si farà il possibile, anche alla luce di una serie di confronti con le imprese, per venire incontro alle esigenze espresse, sia pur nel contesto della normativa vigente.

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter