La posizione della Lega su viabilità, piste ciclabili, ZTL: «Così non va, noi disponibili a migliorare le cose»

La consigliera comunale di Francavilla Fontana e provinciale di Brindisi Adriana Balestra
Si riceve e pubblica:
Nelle ultime settimane, uno degli argomenti di maggiore interesse è stato rappresentato dalla questione legata alla viabilità cittadina, con una particolare attenzione rivolta alle piste ciclabili. In merito alle scelte effettuate fino ad oggi, è emersa con chiarezza l’idea di città sostenibile delineata tanto dalla maggioranza quanto dall’opposizione.
Luigi Semeraro

A nostro avviso, la stessa si limita alla percorribilità delle strade con la bicicletta, anziché riguardare l’agevole fruibilità delle strade anche da parte dei semplici pedoni. Noi della Lega, invece, riteniamo che sia necessario affrontare il problema tenendo conto delle esigenze della totalità degli “utenti” delle strade cittadine, garantendo una serena viabilità a tutti, compresi gli automobilisti, cercando di garantire, nel contempo e per quanto possibile, una riduzione e un maggiore controllo delle emissioni dannose. In riferimento all’argomento, vorremmo fare due semplici considerazioni e formulare delle proposte.

In primo luogo, riteniamo che le piste ciclabili, sebbene provvisorie, così come sono state concepite e realizzate, risultino estremamente pericolose per la contiguità della percorrenza delle strade da parte di biciclette e di automobili e autocarri. Analizzando il rapporto rischi/benefici esso risulta nettamente sbilanciato verso i rischi.
Inoltre è sotto gli occhi di tutti lo scarso utilizzo delle piste ciclabili. Una nostra proposta è quella di costruire un percorso ciclistico utilizzando le strade urbane più ampie, come ad esempio quelle della zona Peschiera, collegandole ad un percorso extraurbano utilizzando strutture esistenti, come la piazzola adiacente alla scuola rurale Buontempo già al servizio dei ciclisti. La Lega, a tal proposito, è disponibile ad elaborare la proposta organica di un percorso misto urbano/extraurbano che possa soddisfare tanto le esigenze degli amanti del pedale, quanto le esigenze di sicurezza di tutti coloro che percorrono a vario titolo le strade della nostra città, compresi i ciclisti stessi.
Ancora, riteniamo sia necessario rivedere la gestione delle ZTL, anche prevedendo una possibile estensione delle stesse. In particolare riteniamo una scelta di buon senso rimodulare gli orari di chiusura al traffico di dette zone contemplando le esigenze di commercianti, di automobilisti e degli stessi pedoni. È di tutta evidenza come in determinati orari, la chiusura delle strade cittadine individuate attualmente come ZTL contrasti con gli interessi delle attività commerciali, nel tentativo di salvaguardare la sola esigenza, seppur legittima, del singolo cittadino di passeggiare senza dover respirare fumi di scarico.
Inoltre, non è difficile verificare come nelle ore mattutine o nel primo pomeriggio l’affluenza pedonale in dette zone sia pressoché nulla. Ancora, riteniamo che si tratti di una scelta che porti ad un risultato contrario all’effettivo obiettivo, ovvero la riduzione dell’inquinamento. Infatti, gli automobilisti a causa delle deviazioni sono costretti ad un notevole allungamento del loro percorso con un conseguente aumento delle emissioni da parte dei loro mezzi.
Sarebbe opportuno e anche utile prendere esempio dalle esperienze di molti comuni che hanno modulato gli orari di chiusura delle ZTL formulandoli in base agli orari di maggiore affluenza pedonale, ovvero la sera, riuscendo anche ad estendere le zone e ad aumentare i giorni di chiusura.
Anche in questo caso la Lega manifesta la propria disponibilità a predisporre una proposta dettagliata che consenta, anche più efficacemente, di raggiungere l’obiettivo di rendere Francavilla Fontana una città più vivibile.
Luigi Semeraro
Segretario cittadino Lega-Francavilla Fontana
Adriana Balestra
Consigliere comunale e provinciale Lega-Francavilla Fontana

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter