Inchiesta sul depuratore, Lega Salvini: «Necessario intervenire sul Canale Reale, il progetto c’è»


L’altro ieri tutti i quotidiani locali hanno dato il giusto rilievo all’indagine della procura sul malfunzionamento del depuratore di Francavilla Fontana (non funziona il campionatore automatico) e sullo sversamento in mare di acque inquinate all’altezza della foce del Fiume Canale Reale in piena riserva di Torre Guaceto.
Senza entrare nel merito dell’inchiesta relativamente ai problemi (atavici) del depuratore, la LEGA vuole soffermarsi, invece, sulla necessità di un urgente intervento di riqualificazione del fiume. Necessità rappresentata molto efficacemente anche dal presidente del CdG della riserva marina e terrestre di Torre Guaceto.
Già nel 2003 la Provincia di Brindisi si interessò a questa opera strategica promuovendo una conferenza di servizi tra Regione Puglia, Provincia, Autorità di bacino, consorzio di bonifica Arneo, comitato di gestione della riserva Torre Guaceto e i 6 sindaci dei comuni interessati dall’attraversamento del fiume.
In quella circostanza fu presentato un progetto di massima che prevedeva:
1) sbancamento e pulizia dell’alveo del fiume.
2) ristrutturazione e allargamento delle sponde.
3) tre stazioni di fitodepurazione lungo tutto il percorso del fiume.
4) la realizzazione di due piste ciclabili lungo tutti i 50 km del fiume adiacenti alle due sponde.
5) la piantumazione di alberi autoctoni lungo le sponde.
La redazione del progetto di fattibilità fu curata dall’Arch. Gabriella Verardi su incarico della Provincia.
Quel progetto, dunque, è tuttora disponibile in Provincia.
È di tutta evidenza, anche con questa sommaria descrizione, la valenza strategica del citato progetto sia sotto il profilo ambientale che prettamente ecologico, specie in riferimento allo scarico in mare.
La LEGA si attiverà immediatamente, interessando anche gli organi provinciali, a verificare con le sue rappresentanti in C.P. la attualità di quel progetto che potrà, in ogni caso, costituire una valida base di partenza per avviare tutti i percorsi istituzionali finalizzati al finanziamento e alla realizzazione di questa importantissima opera. Anche a Francavilla (comune maggiormente interessato) la Lega porterà in Consiglio Comunale la proposta di attivare tutte le procedure (pensiamo ad esempio al Consorzio dei Comuni del Canale Reale) con le medesime finalità.
Con i nostri organi provinciali e regionali chiederemo che questa opera strategica venga inserita nel programma (nella sua parte ambientale) che il CDX presenterà in occasione del rinnovo del Consiglio Regionale.
Lega Puglia – sez. Francavilla Fontana

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter