Infanzia, adolescenza, povertà educativa, violenza di genere: interessante incontro a Oria

Si è svolta presso l’Aula Consiliare del Comune di Oria l’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale, I^ Settore Affari Generali e Servizi alla Persona, per parlare di infanzia, adolescenza, povertà educativa, esigibilità di diritti e contrasto alle forme di violenza verso le donne. 

Dopo il saluto delle istituzioni, rappresentate dal sindaco di Oria Maria Carone, dall’assessore alle politiche sociali Cosimo Delli Santi, dall’assessore alla Pubblica Istruzione Pasquale  Salerno, dal direttore dell’Ambito Territoriale Consorzio di Francavilla Fontana n.3 Gianluca Budano, dai dirigenti scolastici del Primo e Secondo comprensivo, professoressa Russo e professor Cennoma, la giornata di sensibilizzazione è stata caratterizzata dagli interventi degli illustri relatori Maria Josè Falcicchia – Direttore 2^ divisione del servizio cooperazione internazionale della polizia di Stato, assistente sociale specialista Massimiliano Fiorentino, avvocato penalista Domenico Attanasi.

Un momento molto emozionante e formativo sia dal punto di vista umano, etico e professionale è stato l’intervento di Falcicchia, la quale, impegnata quotidianamente a tutelare i diritti e la sicurezza dei cittadini, ha condiviso con i partecipanti il racconto dell’operazione denominata “Scip” – assurta agli onori della cronaca nazionale e internazionale per il positivo risultato raggiunto dall’alta dirigente della polizia di Stato in collaborazione con il Sistema Internazionale di Cooperazione.

Alla dottoressa Falcicchia, originaria di Oria, è stata attribuita una targa di ringraziamento per il lavoro svolto nella sua qualità di funzionario di polizia, con una punta di orgoglio per il suo legame con la città di origine, così come ha evidenziato il sindaco di Oria che ha esteso il ringraziamento alla madre, professoressa Carmela Stasi, risorsa per il territorio di Oria, presente all’incontro.

L’intervento dell’avvocato Attanasi ha posto l’attenzione sulle varie forme di tutela previste dal Codice Rosso a contrasto alla violenza di genere, avendo egli col suo sapere giuridico contribuito ad illustrare in modo chiaro e puntuale le procedure.

A conclusione dei lavori l’assistente sociale specialista Fiorentino ha relazionato sugli aspetti inerenti l’infanzia e l’adolescenza in termini di violenza, povertà educativa ed esigibilità dei diritti.

In occasione dell’evento l’Amministrazione comunale ha indetto un concorso fotografico denominato #laFotografiaRacconta L’infanzia e il Contrasto alle Forme di Violenza in uno scatto, che ha visto il coinvolgimento degli studenti frequentanti gli istituti scolastici di Oria.

Al termine della manifestazione è stata consegnata la targa alla scuola vincitrice del suddetto premio con la foto del I Istituto Comprensivo De Amicis-Milizia.

Lo scatto realizzato dalla classe III D e C è stato premiato per “ l’effetto retrò e per aver rappresentato e raccontato l’istruzione, il gioco, la libertà, la condivisione, quasi a voler ricordare un mondo ideale dell’infanzia che ha caratterizzato le passate generazioni che guardavano con speranza e fiducia verso il futuro”.

L’intervento è stato moderato dalla dottoressa Valentina Farina.

Fattiva la collaborazione del Settore Affari Generali e Servizi alla Persona, della Responsabile Loredana D’elia, dell’Assistente Sociale Sportilo, e dell’impiegato comunale Antonio Carone.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter