L’autovelox non era sufficientemente segnalato, annullato il verbale della polizia locale

L’avvocato Andrea Murianni
L’autovelox non era sufficientemente segnalato, così il giudice di pace d Brindisi, Nicoletta Erroi, ha accolto il ricorso presentato – in nome e per conto di un’automobilista francavillese – dall’avvocato Andrea Murianni e annullato il verbale di contravvenzione per eccesso di velocità, con la relativa sanzione amministrativa, redatto qualche mese fa dalla polizia locale di Latiano, che si era appostata nel tratto di competenza lungo la statale 7 Taranto-Brindisi.

L’avvocato Andrea Murianni

Come eccepito dal legale, infatti, il cartello di segnalazione della presenza dell’apparecchio era posto in basso e sulla rampa di accesso allo svincolo (circostanza documentata dalle foto allegate all’opposizione) e in posizione poco visibile per i conducenti. Il Codice della Strada, al contrario, prevede che: “Le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all’impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, conformemente alle norme stabilite nel presente codice (…)”. Per la conducente, dunque, soltanto le spese legali (compensate) ma né sanzione amministrativa né decurtazione dei punti patente.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter