Rapina con morto, condanna e carcere per un 52enne


Dovrà scontare la pena di cinque anni, dieci mesi e cinque giorni di reclusione dopo essere stato condannato per concorso in furto aggravato, rapina e detenzione illegale di armi, tutti reati commessi a Francavilla Fontana nel 2017. I carabinieri della Stazione della Città degli Imperiali hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura presso la Corte d’Appello di Lecce, a carico del 52enne francavillese S. D. Questi è, tra le altre cose, ritenuto uno dei complici del colpo messo a segno, il 23 gennaio 2017, ai danni di un dipendente dell’impresa “Distante Surl”, cui furono sbarrata la strada e puntati contro dei fucili. I rapinatori – Pasquale Giannoccaro, Roberto Fantasia e Gaetano Fiorile, tutti di Conversano – arraffarono l’incasso e si diedero alla fuga in direzione Villa Castelli. Durante la fuga, però, Fiorile fu raggiunto da un colpo di fucile e morì, fu lasciato agonizzante per strada e morì poco dopo in ospedale. I due complici furono arrestati qualche giorno più tardi nel Barese. A distanza di mesi, i militar dell’Arma strinsero il cerchio sulla banda e identificarono il francavillese come il basista del posto che fornì supporto logistico al terzetto di Conversano insieme a un quarto uomo della provincia di Bari, Rocco Murro, anch’egli arrestato. Già condannato in primo grado, il 52enne,  accusato anche di un’altra rapina, ora è tornato in carcere.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter