Cerca
Close this search box.

Timbravano il badge e si allontanavano dagli uffici per la spesa o il caffè: 31 indagati per truffa e falso



Avrebbero dovuto trovarsi al lavoro, negli uffici della Regione Puglia, in via Tor Pisana, a Brindisi, e invece – almeno stando alle tesi dell’accusa – molto spesso in quegli uffici non c’erano affatto: una volta timbrato il cartellino, via con spesa, caffè al bar e altre incombenze extra lavoro. Sono 31 i dipendenti pubblici – tutti impiegati, residenti sia a Brindisi che in altri comuni della provincia – finiti nel mirino della guardia di finanza di Brindisi; 28 di loro sono stati sospesi dal servizio (tra i quattro e i dieci mesi). Sono tutti indagati per truffa ai danni della pubblica amministrazione (35mila euro il danno stimato) e falso. Gli avvisi di conclusione indagini e i provvedimenti sospensivi (con congelamento degli stipendi) sono stati notificati quest’oggi proprio dalle fiamme gialle. L’inchiesta era stata avviata nel mese di giugno dello scorso anno dal procuratore aggiunto Antonio Negro e le conclusioni cui è giunto il magistrato inquirente, sulla scorta delle investigazioni dei finanzieri, sono state condivise dal giudice per le indagini preliminari del Trbunale di Brindisi Vittorio Testi.D’aiuto per ricostruire il presunto andazzo sono state delle piccole telecamere nei pressi della macchinetta timbratrice dei badge: qui, spesso, gli indagati si avvicinavano, timbravano, poi se ne andavano senza neppure avvicinarsi alle scrivanie.“In alcuni casi timbravano anche per conto di colleghi assenti”, si legge in una nota del Comando provinciale della Finanza. Sono stati sequestrati i conti correnti degli indagati a tutela del danno contestato e del conseguente credito vantato dall’amministrazione pubblica.

Ora, però, la palla passerà alle difese, cui spetterà l’arduo compito di smontare il castello accusatorio e dunque scongiurare conseguenze anche più pesanti a carico dei loro assistiti.

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com