Tutto pronto per la grande Festa di San Giovanni Bosco dell’Oratorio Sing: all’insegna della legalità


Si svolgerà questa sera l’ormai tradizionale festa in onore di Don Bosco.La manifestazione, giunta alla sua XXIII edizione, si svolge in due momenti. Alle ore 18,30 si terrà la celebrazione eucaristica presieduta da Don Valerio Bocci, salesiano, autore e speaker di Radio Maria.

A seguire, alle ore 19,30, si terrà la festa presso il teatro di San Pasquale. Tantissimi gli ospiti presenti, giunti da varie regioni per ritirare uno dei premi di cui si compone la manifestazione.

Il “Premio Nazionale Donato Carbone – vittima di mafia” sarà assegnato al noto cantante, vincitore di una delle edizioni del programma di Maria De Filippi “Amici”, Sergio Sylvestre.

Sergio, noto non solo per la sua possente voce ma anche per la profonda umanità e sensibilità, incontrerà al mattino gli alunni del primo istituto comprensivo “De Amicis – Milizia”.

Medesimo premio riceverà Giovanni Impastato, fratello di Peppino vittima della mafia nel 1978. La storia di Peppino Impastato, in questi anni, ha fatto il giro del mondo e tantissimi giovani lo additano quale modello di vita. Giovanni Impastato porterà la sua testimonianza, al mattino, anche presso il liceo scientifico “Lilla” di Oria.

In video-collegamento ci sarà, invece, il colonnello De Caprio, “Ultimo”, l’uomo che mise fine alla latitanza di Totò Riina. Lo speciale riconoscimento all’educatore “Melania Russo” sarà assegnato a Don Valerio Bocci, Suor Francesca Caggiano, salesiana, Giuseppe Centomani, Direttore del Centro per la Giustizia Minorile di Puglia e Basilicata ed ai Padri Rogazionisti di Oria in occasione dei centodieci anni di presenza in Oria.

Il Premio “ArteSport&Territorio”, infine, sarà consegnato al noto youtuber Mandrake, giovane brindisino notissimo tra le giovani generazioni non solo per i suoi video ilari ma, anche, per le tante testimonianze di sensibilità nei confronti della disabilità.

Medesimo premio sarà assegnato al regista, reduce da diverse premiazioni a livello nazionale, Alessandro Zizzo.

La festa del 2020 rappresenta un traguardo importantissimo: l’apertura del trentennale dell’associazione S.I.N.G. – Don Bosco. L’associazione, nata come semplice coro per l’animazione della messa dei fanciulli, nel corso di questi 30 anni è cresciuta notevolmente dando vita ad una miriade di attività educative, ludiche e spirituali. Centinaia i ragazzi che hanno frequentato l’oratorio, in un primo momento, e Casa Don Bosco, in questi ultimi anni. La festa, inizio dell’anno pastorale, sarà presentata dal redattore capo della Gazzetta del Mezzogiorno, Vincenzo Sparviero.

A divertire il pubblico ci penseranno gli “Scemifreddi” da Colorado, un gradito ritorno per la Festa di San Giovanni Bosco.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter