Controlli straordinari dei carabinieri a Francavilla Fontana: presenti in centro e periferia. Lo Stato c’è


Lo Stato c’è, i carabinieri ci sono. E c’erano più del solito ieri mattina, ieri sera e ieri notte in centro e n giro per Francavilla Fontana. C’erano due pattuglie del Nucleo operativo e radiomobile e personale della Stazione, c’erano il capitano Gianluca Cipolletta, comandante della Compagnia francavillese, e il tenente Andrea Grasso, comandante del Norm, a guidare i “loro” uomini, che poi sono gli uomini di tutti. Due ufficiali, oltre ad altri alti sottufficiali, a fianco alle indispensabili truppe, non sono roba da poco.
No, Francavilla Fontana non è un posto in cui si può delinquere impunemente, che si tratti di piccolo o grande spaccio o di altra roba. Lo Stato c’è e dimostra di esserci, mettendo in campo i suoi uomini migliori. C’è chi ha sacrificato e sta sacrificando il weekend per dimostrarlo e rendere questo posto un posto più legale e vivibile, migliore.
Si dica grazie a chi fa tutto ciò, persino fuori turno, con abnegazione e spirito di sacrificio: dall’ufficiale al carabiniere semplice (e no, ieri in campo vi era tutta gente con un certo grado e una certa esperienza). Ecco, li si ringrazi e basta. Se ci sono, e in realtà ci sono sempre, quando magari li si vede, ci si sente tutti più sicuri, no? Non si abbia paura della gente in divisa che il buonsenso, quando serve, lo sa usare. Si temano, semmai, quelli pericolosi senza uniforme, che buonsenso, fidatevi, non ne avranno mai.
Eliseo Zanzarelli

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter