AVIS Oria, boom di donazioni nel 2019. L’invito dell’associazione all’assemblea ordinaria dei soci

AVIS Comunale ORIA inaugurerà il nuovo anno associativo con l’Assemblea Ordinaria dei Soci, convocata martedì 18 Febbraio alle ore 18:30 presso la Sala Conferenze della Biblioteca Comunale “De Pace-Lombardi”, in via Francesco Petrarca. Il titolo della trentaduesima assemblea, “Un mondo di donazioni”, trae ispirazione dalla campagna di AVIS Nazionale che si concluderà con l’assemblea nazionale di Perugia nel mese di Maggio.

Focus di questa assemblea sarà il privilegio di vivere il mondo avisino da volontari. Il privilegio di poter partecipare alla stanchezza, alla malattia, alla tristezza e alla paura di decine di persone, l’altra faccia della vita, quelle persone che ti aiutano a capire che la vita è pur bella e ricca di significato nella sua assurdità. È solo catapultandosi nel mondo di chi soffre che la vita diventa un insieme compiuto. Ad introdurre la 32^ assemblea saranno le parole tratte da uno scambio epistolare tra Chiara Castellani (medico e volontario di guerra) e Mariapia Bonanate (giornalista): “ogni persona deve partecipare nei modi e nei luoghi dove è chiamata al processo storico che la coinvolge, cercando di inventare sempre la speranza”.

L’assemblea è la principale occasione per avvicinarsi al mondo AVIS, per conoscere e analizzare i risultati delle raccolte organizzate nel 2019, i bilanci associativi e il programma di eventi e iniziative per il 2020. AVIS è lieta di informare tutti i soci e la cittadinanza che nel 2019 sono state raccolte 643 unità di sangue! Con 55 unità di sangue in più rispetto al 2018, AVIS Oria conferma il trend di crescita costante registrato dal 2017 in poi, merito della sempre maggiore attenzione, formazione e sensibilità degli oritani verso questa nobile causa.

La presenza e la partecipazione attiva dei cittadini all’assemblea dei soci saranno un importante contributo per la crescita dell’associazione.

AVIS Comunale ORIA – Un mondo di donazioni

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter