Avis Oria, si dona domenica 23 febbraio: amare è donare

Donare, AVIS lo scrive da sempre, è un gesto d’amore. Amore restituito in tutte le sue forme e sfaccettature, amore inteso come cessione di parte di sé senza desiderare nulla in cambio.

Nel mese di San Valentino, la donazione è dedicata alle coppie che condividono i valori avisini e li applicano in totale armonia. AVIS è orgogliosa di conoscere decine di coppie che vivono insieme la loro esperienza di donazione, recandosi presso il centro di raccolta, da fidanzati o da coniugati.

La recente campagna “Magnifico Donare”, collegata all’omonimo brano cantato da Chiara Galiazzo, contiene un passaggio chiave nell’interpretazione di questa giornata:

Cerchiamo un senso nelle cose / e ci chiediamo poi perché / abbiamo dentro un mondo intero pieno di parole / e sembra facile pensare che è tutto così fragile / se abbiamo cura delle cose, mai delle persone”.

Per questo AVIS ha chiesto a Diego e Antonella, testimonial del mese di Febbraio, di rappresentare le coppie di giovani fidanzati che vivono e sostengono l’associazione con l’esempio. Per questo si chiede ai lettori di proseguire questo percorso d’amore e di altruismo con AVIS e di accogliere senza riserve l’invito alla prossima donazione di domenica 23 Febbraio (Centro di Raccolta Fisso – c/o Uffici Sanitari di via Frascata dalle 8:00 alle 11:30).

AVIS ricorda che i potenziali donatori possono consumare una leggera colazione, a base di caffè, the o camomilla, preferibilmente non zuccherati, e fette biscottate o frutta fresca. L’assunzione di latte e derivati, così come di brioche/cornetti e altri cereali raffinati e farciti, sarà motivo di esclusione. In linea generale, non è consentita l’assunzione di FANS (farmaci dall’effetto antinfiammatorio, analgesico ed antipiretico) nei 5 giorni precedenti la donazione.

AVIS Comunale ORIA – L’amore non è bisogno, ma dono e sacrificio.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter