La consigliera comunale: «Assunzione di tre impiegati, a me pare tutto regolare. Interrogherò l’Amministrazione»


Si riceve e pubblica:Mi fa specie leggere il comunicato di un esponente della maggioranza (Luigi Fanizza, ndr) riguardo l’assunzione di tre istruttori amministrativi, a tempo indeterminato e part-time, pescati dalla graduatoria finale del comune di Nardò, approvata nel 2019.Avendo chiesto l’accesso agli atti, ho potuto constatare che non vi è nessun vizio di forma nella procedura del bando e tanto meno nello scorrimento della graduatoria. La procedura ha rispettato il regolamento in ogni sua parte.D’altra parte la delibera con cui la giunta ha revocato l’assunzione non parla di errore di procedura, né di errore nello scorrimento della graduatoria, ma ha ritenuto opportuno bloccare l’assunzione, perché a loro dire il collocamento al 30esimo, 36esimo e 38esimo posto non garantisce il livello adeguato di preparazione ricercato.

A questo punto io mi chiedo (e per questo sto presentando un’interrogazione) con quale criterio sono stati valutati tali candidati da parte della giunta? Come ha fatto un organo politico a sostituirsi ad una commissione di valutazione?

Perché nel regolamento non vi è traccia della possibilità di scelta operata dalla giunta? A tutto voler ammettere, sembra più una ripicca che non una decisione condivisibile. Attendiamo gli esiti nella certezza che lo stesso consigliere di maggioranza sia ugualmente solerte nel condannare eventuali azzardi che possono esporre il comune ad esborso di denaro in sede giudiziaria.

Capogruppo lista Taurisano
Anna Ferreri

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter