Il preside dello Scientifico spiega in una nuova circolare: «Dev’essere l’Asl, se ritiene, a disporre la quarantena»


“Nessuna quarantena obbligatoria se non lo dice la Asl”. Lo chiarisce il dirigente scolastico del Liceo Scientifico di Francavilla Fontana, che con una nuova circolare ha specificato come – a seguito di un caso di Coid-19 che ha interessato la scuola – sia stato contattato dall’Ufficio prevenzione dell’Azienda sanitaria locale il quale ha preteso informazioni più dettagliate sulla questione.

E così: “L’ufficio della ASL sta contattando i singoli nominativi per un colloquio; gli eventuali conseguenti provvedimenti sanitari saranno comunicati con ordinanza e avranno carattere strettamente personale. Pertanto, nessuno è in quarantena se non riceve personali disposizioni dall’ufficio prevenzione della ASL. La scuola riaprirà per le attività amministrative dopo che si sarà provveduto a sanificazione degli ambienti; la riapertura sarà comunicata con questo stesso mezzo. Come noto le attività didattiche sono sospese fino al 3.4.2020”.

Nelle scorse ore, era stato lo stesso dirigente a parlare, in una circolare, della “necessità della quarantena per quanti siano venuti a contatto il docente”, a seguito di un colloquio telefonico con un dirigente medico dell’Asl.

Ora, invece, il chiarimento.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter