I commercianti scrivono a prefetto e sindaco: «Non si trovano mascherine, procuratecele. Le paghiamo»

Salvatore Incalza

Salvatore Incalza, storico commerciante di Francavilla Fontana e fondatore della “catena” locale di supermercati “Super In”, ha preso carta e penna (si fa per dire) e ha scritto una nota al prefetto di Brindisi, Umberto Guidato, e al sindaco d Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, per denunciare l’introvabilità delle mascherine e per chiedere loro, per quanto di competenza, di smuovere la situazione:

«La presente per denunciare la mancata disponibilità di mascherine atte a limitare il contatto tra clienti e collaboratori impegnati nella vendita di generi di prima necessità nei supermercati Super In di Francavilla Fontana.

Faccio appello a Voi che rappresentate le massime Autorità sul territorio affinché i lavoratori siano messi nelle condizioni di lavorare al meglio avendo a disposizione il minimo indispensabile per rendere meno drammatico il momento che stiamo attraversando.

In queste re in cui si sente parlare di miliardi di euro a disposizione… Noi tutti semplici cittadini e lavoratori addetti alla distribuzione alimentare non comprendiamo come sia possibile che delle semplici (ma indispensabili) mascherine siano introvabili dopo tanti giorni dall’allarme annunciato… Pertanto, onde evitare assenze del personale addetto alle vendite, chiediamo delle mascherine, ovviamente pagandole».

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter