Si alza dal letto e prende a coltellate la madre, che muore: arrestato un 23enne


Ha ucciso sua madre a coltellate. Nel corso della notte, a San Vito dei Normanni, i carabinieri della Stazione e del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia sanvitese hanno tratto in arresto, per omicidio aggravato, Andrea Asciano, 23enne del luogo. Intorno alle 2 del mattino, i militari sono intervenuti su segnalazione al 112 da parte di alcuni vicini poiché si udivano delle urla provenire dall’abitazione del ragazzo, convivente con la madre Rossella Cavaliere, 51enne, e con la sorella 29enne.

Giunti sul posto, i carabinieri hanno individuato e bloccato il giovane davanti al portone d’ingresso del palazzo. Sul individuando sul muretto a secco nelle vicinanze, il coltello a serramanico che lo stesso aveva utilizzato poco prima per colpire a morte la madre, con 5 fendenti al torace, a seguito di un litigio scaturito per futili motivi: improvvisamente, alle ore 01:30 circa, il ragazzo si sarebbe alzato dal letto impugnando il coltello a serramanico che lo stesso custodiva nella sua camera a letto e dopo aver raggiunto la madre nel corridoio, l’avrebbe colpita mortalmente, allontanandosi poi dall’abitazione.

L’arma del delitto è stata sottoposta a sequestro; sul luogo, il personale del Nucleo investigativo del Comando provinciale carabinieri di Brindisi per i rilievi del caso. Disposto l’esame autoptico. Non risultano richieste di intervento – anche pregresse – della famiglia al 112. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Brindisi.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter