Covid-19, il bollettino di oggi (7 aprile): 5 nuovi casi in provincia di Brindisi, un decesso. 168 i pazienti guariti in Puglia

Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi martedì 7 aprile, in Puglia, sono stati registrati 1090 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono risultati positivi 70 casi, così suddivisi:27 nella Provincia di Bari;
0 nella Provincia Bat;
5 nella Provincia di Brindisi;
30 nella Provincia di Foggia;
6 nella Provincia di Lecce;
2 nella Provincia di Taranto,

Sono stati registrati oggi 14 decessi: 8 in provincia di Bari, 5 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Brindisi.

Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 23.149 test.
Sono 168 i pazienti guariti.
Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 2.514 così divisi:

834 nella Provincia di Bari;
177 nella Provincia di Bat;
262 nella Provincia di Brindisi;
635 nella Provincia di Foggia;
384 nella Provincia di Lecce;
192 nella Provincia di Taranto;
25 attribuiti a residenti fuori regione;
5 per i quali è in corso l’attribuzione della relativa provincia.

I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.

In questo particolare momento storico, difficile per ciascuno di noi, Lo Strillone News e la sua editrice C.I.M. Edit Srls sono impegnati in un’altrettanto strenua battaglia per la sopravvivenza – considerate le difficoltà delle aziende e, di conseguenza, del comparto pubblicitario -.

Lo Strillone News non ha mai percepito contributi pubblici, ma è sempre andato avanti unicamente contando sulle proprie forze e sulle capacità delle donne e degli uomini che ne fanno parte. Cosa che cercherà di continuare a fare, nonostante ora tutto sia quasi radicalmente mutato rispetto a prima. Offriremo ancora informazione di prima mano, verificata, gratuita, a portata di tutti. Senza trascurare segnalazioni per dar voce ai cittadini e curiosità. 

Chi vuole e può doni; chi non può, continui a leggere gratuitamente. 

Grazie comunque per il grande seguito che quotidianamente, qui e sui nostri canali social, ci tributate. 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter