Astrofilo di Oria scopre una nuova galassia: “Pisces VII”, dista 2,6 milioni di anni luce


Giuseppe Donatiello

Una nuova galassia che si aggiunge al Gruppo Locale, cui appartiene la Via Lattea: Pisces VII si trova nella costellazione dei Pesci, dista 2,6 milioni di anni luce. Ha anche una seconda denominazione – Triangulum III – perché potrebbe essere un satellite del Triangolo. Dal 2013 non si scoprivano nuove galassie nel gruppo di Andromeda. E questa scoperta la si deve all’astrofilo oritano Giuseppe Donatiello, (responsabile della Sezione Nazionale di Ricerca Profondo Cielo dell’Unione Astrofili Italiani) non nuovo a imprese astronomiche come quella della galassia nana vicina – Donatiello I – che infatti porta il suo nome. La nuova scoperta s’inserisce in un lavoro in team ed è stata annunciata dallo spagnolo David Martìnez Delgado (Instituto de Astrofísica de Andalucía CSIC a Granada), ma il ritrovamento si deve proprio a Donatiello e alle sue osservazioni dell’universo.

Donatiello è partito dal presupposto che un gran numero di galassie nane locali manchi tuttora nel censimento di quelle esistenti. Il nostro vicinato galattico comprende tre spirali, due ellittiche, nove irregolari (comprese le due Nubi di Magellano) e almeno 70 galassie nane ellittiche, irregolari, sferoidali e “nane ultradeboli” (Ufd).

La scoperta di Pisces VII dimostra come ci siano ancora molte galassie nane debolissime che attendono di essere rivelate. Pisces VII ne rappresenta la punta dell’iceberg, oppure il fondo di quelle tuttora rivelabili con i sondaggi attuali.

“Galassie come questa – scrivono sulla testata specializzata Cosmo, cui Donatiello collabora – sono veri fossili rimasti quasi immutati dal momento della loro formazione e sono laboratori ideali in cui indagare le condizioni che portato alla nascita delle prime stelle, la loro chimica e forniscono informazioni indispensabili sulla natura degli aloni di materia oscura, la misteriosa sostanza che permea l’Universo.

A prescindere dall’aspetto astrofisico, con la seconda scoperta, Giuseppe Donatiello ha ottenuto un nuovo primato. Dopo essere stato il primo astrofilo al mondo ad avere una galassia nominata in suo onore, adesso è anche il primo ad aver scoperto una galassia del Gruppo Locale.

A Giuseppe, che Cosmo si pregia di annoverare fra i suoi collaboratori, la direzione e la redazione della nostra rivista rivolge i migliori complimenti per questa nuova impresa”.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter