Ruspe pronte a entrare in azione, poi la proroga: un altro mese per sanare l’abuso edilizio

SONY DSC
L’avv. Di Mitri

Ha tempo quasi un mese per sanare un abuso edilizio per il quale era stato condannato nel mese di gennaio 2015, con tanto di ordine di demolizione del fabbricato. Le ruspe sarebbero arrivate a casa sua, in contrada Forleo Inferiore, tra le campagne di Francavilla Fontana, lunedì 12 aprile. Il legale di fiducia Angelo di Mitri del Foro di Brindisi di un artigiano francavillese di 50 anni, incensurato, e che in quella casa rurale risiede con moglie e figlio, si è però giocato l’ultima carta: prima che il peggio potesse accadere e che l’immobile potesse essere abbattuto, ha presentato istanza al pubblico ministero, cui ha allegato un progetto in sanatoria con il “Piano casa”.

Il magistrato ha accolto l’istanza del difensore e, compresene anche le ragioni sociali ed economiche, ha sospeso il decreto di demolizione fino al 10 maggio 2021, termine entro il quale tutto dovrà tornare in regola. Altrimenti, sarà ancor più difficile fermare le ruspe.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter