Temperature in calo, autunno in arrivo. Ora la prova del 9 su numero dei contagi ed efficacia dei vaccini. Siamo davvero pronti?

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

L’autunno, a quanto pare, è in arrivo. Al di là delle simpatie meteorologiche e dell’abusata teoria del “non esistono più le mezze stagioni”, questa sembra la volta buona: a partire dalla serata di domani – così dicono gli esperti – le temperature dovrebbero calare e anche di molto, di modo da passare dagli indumenti leggeri perlomeno a quelli di media pesantezza, per l’appunto autunnali.

Sono, infatti, previste massime di poco superiori ai 20 gradi e minime di poco superiori ai dieci gradi, con cielo nuvoloso e possibilità di rovesci. La fase transitoria che conduce dagli ultimi scampoli d’estate a un autunno, che sarà seguito dall’inverno, pienamente nella normalità delle cose, nell’alternarsi di ciò che da che mondo è mondo, viene indicato come stagione.

Insomma, pare che anche qui al Sud ormai ci siamo. A qualcuno piace, a qualcun altro meno. L’importante è che si riesca a superare, in fin dei conti, quel problema serio che per un anno e mezzo, ormai, ha caratterizzato in peggio le vite di ciascuno.

La speranza non è che torni il caldo o che non piova affatto. La speranza, quella vera, è che sparisca il Covid – la vera prova del 9 sui vaccini comincerà, pare, proprio tra poche ore – così da poter apprezzare in libertà tanto il solleone quanto, magari, una candida nevicata. Dall’Alto Adige a Santa Maria di Leuca.

Siamo davvero pronti? Lo scopriremo nei prossimi mesi.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter