Francavilla, panchina gialla e targa per tenere alta l’attenzione sul caso Regeni

Saranno scoperte domattina in via Barbaro Forleo, proprio alle spalle dell’ingresso principale di Castello Imperiali, a Francavilla Fontana, una panchina gialla e una targa in memoria di Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano scomparso, torturato e ucciso in Egitto nel 2016.

L’Amministrazione comunale di Francavilla Fontana, infatti, ha deciso di aderire alla campagna di Amnesty International per ricordare Regeni e per tenere alta l’attenzione su di un caso internazionale tanto grave quanto ancora aperto.

L’inaugurazione della panchina gialla sarà accompagnata da una cerimonia sobria alla presenza delle istituzioni cittadine. Lo scopo della nuova seduta non è certamente quello di potenziare l’arredo urbano, ma appunto quello – per quanto altamente simbolico – di non far dimenticare quanto accaduto a Il Cairo e, se possibile, di smuovere le coscienze.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter