Si spacciano per volontari e vendono prodotti “tarocchi”: denuncia e foglio di via per tre persone

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

I carabinieri delle Stazioni di Mesagne e Latiano, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato a piede libero un 55enne, un 35enne e un 59enne, tutti della provincia di Siracusa, per “appropriazione indebita di denaro”, “contraffazione, alterazione o uso di marchi segni distintivi ovvero brevetti, modelli e disegni”, “introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi”, “vendita di prodotti industriali con segni mendaci”.

In particolare, a seguito di una segnalazione pervenuta al 112, i militari hanno rintracciato i tre a Latiano, a piedi, in una via del centro abitato. Gli stessi avevano già commesso una serie di tentate truffe, fermando alcuni passanti e riferendo di appartenere a un’associazione di giovani disoccupati proponendo loro un kit sanitario in cambio di un contributo economico che taluni hanno versato, fino anche a 20 euro senza ricevere resto.

Sottoposti a perquisizione personale e veicolare, sono stati rinvenuti e posti sotto sequestro 14 kit multiuso recanti la scritta “per l’auto–per la casa–numeri utili– carabinieri 112, polizia 113, vigili del fuoco, aci/socc. strad. 116, ambulanza 118 – giovani disoccupati” e contenenti cerotti sfusi, mascherina chirurgica non sigillata ermeticamente e confezioni di fazzolettini, di cui si non si conosce la provenienza.

I successivi accertamenti hanno consentito di accertare che i tre, già gravati da fogli di via da svariati comuni italiani, non appartengono ad alcuna onlus e che l’associazione da loro menzionata neppure esiste. Nei loro confronti è stata avanzata richiesta di applicazione del foglio di via obbligatorio per il comune di Latiano.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter