Carabinieri ispettorato del lavoro in cantieri ed esercizi pubblici: pioggia di denunce e sanzioni pecuniarie, anche per il green pass

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

I carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Brindisi sono stati impegnati, nel periodo tra Natale e Capodanno, in tutta una serie di controlli, a carico di imprese edili ed esercizi pubblici, finalizzati in primis alla verifica del rispetto della normativa anti-Covid. Durante i controlli, però, sono emerse anche violazioni di altro genere e sono quindi fioccate le sanzioni a carico dei responsabili delle stesse.

In particolare, i militari specializzati dell’Arma si sono concentrati su Brindisi, Francavilla Fontana e San Vito dei Normanni, dove hanno denunciato tre persone e comminato tutta una serie di sanzioni pecuniarie sia amministrative che penali.

Due datori di lavoro e altrettanti dipendenti non sono risultati in regola col green pass: per loro, sanzioni per 2mila euro (600 a testa per i lavoratori, 400 a testa per i datori). Inoltre, il personale ispettivo dei carabinieri ha sorpreso quattro lavoratori “in nero” e carenze in merito alla sicurezza nei luoghi di lavoro: circa 24mila euro nel primo caso, circa 66mila per il secondo.

Il Nucleo ispettorato del lavoro è molto impegnato su più fronti e le ispezioni proseguiranno nei prossimi giorni, con focus specifici proprio sul settore edilizio (in fermento per via dei bonus in vigore) e sugli esercizi pubblici, ancora molto affollati e troppo spesso non rispettosi a dovere delle normative in materia di contenimento dei contagi.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter