Tamponi rapidi gratis prima del rientro a scuola: circa 1.200 adesioni, 27 presunti positivi tra studentesse e studenti

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Sono stati circa 1.200 studentesse e studenti che hanno aderito alla campagna di screening gratuita promossa dal Comune di Oria prima del rientro a scuola nei giorni di sabato 8 e domenica 9 gennaio: 27 i tamponi antigenici rapidi che hanno riscontrato una presunta positività al Nuovo Coronavirus, già segnalata all’Asl.

L’iniziativa, coordinata dal consigliere comunale e medico Antonio Proto e dall’assessore Pasquale Salerno, ha interessato le farmacie presenti sul territorio, il cui personale è stato coadiuvato da Croce Rossa, Croce Bianca, Prociv-Arci e Associazione volontari di protezione civile Onlus.

I potenziali destinatari della campagna erano circa 1.500, quindi evidentemente qualcuno ha ritenuto di non approfittare dell’occasione: come noto un tampone rapido in farmacia arriva a costare 15 euro. In fin dei conti – come sottolineato dalla sindaca Maria Lucia Carone – 27 sospetti positivi su 1.200 non sono molti, ma se quella fetta di popolazione scolastica si fosse recata a scuola avrebbe benissimo potuto innescare dei focolai più ampi e pericolosi.

Secondo le indicazioni Asl, altri comuni – come Francavilla Fontana – hanno deciso di non avviare una campagna simile a quella di Oria al fine di evitare potenziali assembramenti nei pressi dei centri di somministrazione.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter