Dolci in dono per i piccoli ricoverati in Pediatria: bella iniziativa di due giovani

Ovetti di cioccolato e caramelle per i bimbi che purtroppo non potranno trascorrere la Pasqua a casa in quanto ricoverati in Pediatria all’ospedale “Dario Camberlingo” di Francavilla Fontana. È stato il pensiero gentile e concreto di Samuele D’Alessano e Simone Mazza, 25 e 27 anni, di Oria, che quest’oggi sono stati accolti a braccia aperte dal primario Biagio De Mitri e dal personale del reparto.

“La nostra intenzione – dichiarano – è di lanciare un messaggio alla generazione nostra e a quelle che verranno di essere più concreti nel prodigarsi verso il prossimo senza ostentare ciò che si ha, andando a sottolineare differenze sociali che nel 2022 sono davvero assurde e inutili. Crediamo sia importante farlo dal vivo e non attraverso i social network, dove spesso si diventa generosissimi oppure anche tuttologi pur parlando di argomenti che non si conoscono; crediamo sia bello e faccia sentire bene tendere la mano, quando si può, semplicemente rivolgendo lo sguardo a chi ci sta intorno donando un semplice sorriso o un conforto”.

“Noi siamo fortunati a poter trascorrere le festività con i nostri cari – aggiungono – mentre altri, come questi bimbi, sono più sfortunati e dovranno accontentarsi di una semplice visita da parte dei loro genitori, col nostro piccolissimo gesto speriamo di aver donato loro un po’ di sollievo e di calore umano, anche se c’è assolutamente da dire che il personale di Pediatria è straordinario”.

Insomma, obiettivamente un bel gesto compiuto non per ritagliarsi il proprio momento di celebrità o, peggio, per farsi belli ma, piuttosto, per innescare – se possibile – un sanissimo spirito di emulazione, così che quanta più gente in difficoltà possa sentirsi meno sola in questo periodo di fede e, dopo due anni, finalmente anche di socialità.

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter