“Sindaco, perché tagliare gli alberi intorno al Castello?”. La risposta di Denuzzo ai bambini delle elementari: sono ammalati, scopriamo il balcone

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on telegram
Share on email

Così il sindaco di Francavilla Fontana Antonello Denuzzo:

“Scusa Sindaco, perchè vuoi tagliare gli alberi intorno al Castello?”

“Non è esattamente così, ma vi spiego”

La visita dei bambini della 3C della scuola “Montessori” e le loro domande senza filtro mi hanno offerto la possibilità di ricostruire la vicenda. Ne faccio una sintesi estrema anche qui.

I lecci di cui parliamo si sono ammalati: non si tratta della mia impressione, ma delle conclusioni dell’agronomo cui l’Ufficio Tecnico Comunale ha chiesto una perizia.

Inoltre quegli alberi rappresentano un ostacolo alla piena fruizione del marciapiede, specie per le carrozzine e i passeggini: su questo punto chiedo a tutti lo sforzo di mettersi nei panni di chi vive in condizioni di mobilità ridotta (e giustamente non vuole vedersi ridurre pure i diritti).

Abbiamo sottoposto la questione alla Soprintendenza delle Belle Arti e del Paesaggio – il cui parere è necessario e vincolante -, che si è espressa per lo spostamento degli alberi sani e l’eradicazione di quelli compromessi, ritenendo prevalente l’interesse a mostrare e a vedere il balcone barocco (che forse è la potenzialità più nascosta della nostra Città).

Questi sono gli argomenti di cui occorre tenere conto. Come per tutte le cose, alla fine qualcuno deve decidere e la responsabilità è sulle mie spalle. Ascolto tutti e poi decido, qualche volta lasciando scontenti quelli che la pensano diversamente. L’alternativa è non fare niente per non scontentare nessuno, ma in questo caso i cittadini avrebbero dovuto scegliere una persona diversa.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter