“Se trombi come parcheggi, non meravigliarti di essere single”. Originale insulto sul parabrezza

Non troppo e anzi per nulla elegante, ma probabilmente efficace.

“Se trombi (chiaro e un po’ triviale il riferimento sessuale) come parcheggi, non meravigliarti di essere single!”. Questo l’originale messaggio che un automobilista o un’automobilista si è ritrovato/a questa mattina sul parabrezza della sua auto – una Peugeot di colore nero – in piazza Giustino DE Jacobis, poste “vecchie” di Oria.


Qualcuno o qualcuna, notato un posteggio poco ortodosso, ha lasciato un bigliettino sotto il tergicristalli destro – a mo’ di verbale – dal contenuto piuttosto esplicito. L’auto, a quanto pare, era parcheggiata male, forse in prossimità di uno scivolo per disabili.

Colui o più probabilmente colei che ci è passata davanti, magari conoscendone il conducente o la conducente, non si è lasciato/a sfuggire l’occasione e ha espresso il proprio pensiero, magari pervaso/a da rammarico.

E insomma, al di là di ogni intima considerazione, così non si parcheggia. Sulle altre questioni non ci si addentra, sono o dovrebbero rimanere fatti privati.

Fortunatamente, comunque, non era una multa…

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter