Capitano dei carabinieri insignito dell’onorificenza di Ufficiale della Repubblica: ferito in servizio, diventò atleta paralimpico

Questa mattina, nella sede del Comando provinciale carabinieri, il capitano ruolo d’onore Piero Rosario Suma è stato insignito dell’Onorificenza di “Ufficiale” dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana” conferita dal Presidente della Repubblica.

La prefetta di Brindisi, Carolina Bellantoni, alla presenza del Comandante Provinciale, Colonnello Vittorio Carrara, ha consegnato personalmente il diploma all’ufficiale, distintosi per le spiccate qualità professionali e la non comune dedizione all’Istituzione, per l’altissimo senso del dovere e la preparazione tecnico-professionale che gli hanno consentito di affrontare le complesse attività demandategli con perseverante impegno.

Nonostante il gravissimo infortunio “per servizio” occorsogli il 12 maggio del 1988, il capitano ha continuato a collaborare e coadiuvare l’Arma fornendo il suo contributo nelle molteplici operazioni di servizio messe in campo per la lotta al contrabbando di sigarette e contro la criminalità organizzata.

Ha partecipato nel 2014 alla costituzione del Gruppo sportivo paralimpico della Difesa (GSPD) impegnato nel recupero psico-fisico di militari che hanno contratto lesioni o malattie nello svolgimento del proprio dovere quotidiano.

Richiamato in servizio nel Ruolo d’Onore dell’Arma nel 2018 ha conseguito numerosi riconoscimenti ed encomi per meriti sportivi in qualità di atleta paralimpico, in particolare si è distinto per aver ottenuto un podio finale ai giochi mondiali militari che si sono svolti a Wuhan in Cina nel mese di ottobre del 2019 dando lustro all’immagine dell’Arma.

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter