Sequestrano, picchiano e rapinano imprenditore alberghiero: via con soldi, Rolex e gioielli. Indagini

L’avrebbero sequestrato e, sotto minaccia, si sarebbero impossessati dei dei suoi averi, dopo averlo picchiato. Il fatto di cronaca è avvenuto l’altro ieri a San Pietro in Bevagnia, marina di Manduria, località balneare molto gettonata anche dai brindisini. L’uomo, aggredito da tre uomini incappucciati e armati, è finito in ospedale. Nel bottino conquistato ai danni dell’albergatore, di origini campane, sarebbero finiti soldi, oggetti in oro e orologi Rolex. Sul caso indagano i carabinieri della Compagnia di Manduria. I fatti si sarebbero verificati venerdì 24 giugno attorno alle 17, quando qualcuno avrebbe preso di mira il 55enne.

I banditi, intorno alle 17, avrebbero fatto irruzione nel suo alloggio per minacciarlo, appunto, e dopo la sua reazione picchiarlo col calcio di una pistola fino a farsi consegnare quanto era in suo possesso in quel momento: 20mila euro in banconote e poi gioielli e orologi.

L’uomo, in seguito, ha contattato sia i familiari, sia i soccorsi. Stordito, è stato trasportato al “Marianna Giannuzzi” di Manduria. Fortunatamente, non è in pericolo di vita.

Ora gli investigatori dell’Arma sono al lavoro per ricostruire quanto accaduto e per risalire eventualmente agli autori del colpo. Non si esclude l’esistenza di una banda specializzata in azioni simili, non certamente alla prima esperienza.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter