Curto: “Inquietanti silenzi sul futuro del reparto di Chirurgia del Camberlingo”

“Nonostante  le pressanti richieste di smentita, un silenzio inquietante avvolge il futuro del reparto di Chirurgia di Francavilla Fontana”.

A dichiararlo è l’ex Senatore Euprepio Curto che proprio sul futuro del “Camberlingo” aveva incontrato nei giorni scorsi il Direttore Generale della Asl, Dott. Flavio Roseto”.

“La preoccupazione è enorme – ha dichiarato l’avv. Curto – in quanto,  posta ai più autorevoli dirigenti del Camberlingo la domanda  se corrispondesse al vero il fatto di una probabile chiusura del reparto di chirurgia, alla domanda è seguito un inquietante ed eloquente  silenzio”.

“La verità – mi ha riferito uno tra i maggiori responsabili dell’importante nosocomio – è che lo stato di devastazione in cui versa il Pronto Soccorso di Francavilla Fontana, su cui da tempo ormai confluisce utenza proveniente anche da province diverse, senza che ciò sia servito ad ampliare gli organici, non trova altra soluzione che l’utilizzo di personale sanitario proveniente da Medicina e Chirurgia. Cosicché, essendo l’organico del reparto di Chirurgia ormai ridotto ai minimi termini, qualsiasi ulteriore disposizione che dovesse prevedere l’utilizzo del medici di Chirurgia determinerebbe le condizioni per la sua chiusura”.

Euprepio Curto

“Bene – ha  concluso   l’ex senatore – che la Sanità pugliese da Vendola ad oggi sia stata massacrata, è un dato di fatto. Che le responsabilità siano da addebitare a quei Direttori Generali  e ai quei Sindaci (esclusi ovviamente coloro che hanno assunto l’incarico da pochi mesi) troppo proni al potere politico regionale, anch’esso peraltro prono agli interessi della sanità del Centro Nord costituisce un altro dato di fatto. Ma che si possa giungere  alla chiusura di Chirurgia a Francavilla Fontana se lo scordino i colti e gli incliti, perché, per quanto ci riguarda, non esiteremo un attimo a fare scendere in piazza i francavillesi, ormai stanchi dello stato di subordinarietà politica che caratterizza la Città degli Imperiali”.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter