Oria, il consigliere ed ex sindaco: “Soldi da multe autovelox siano impiegati per mettere a posto le strade più dissestate”. Richiesta alla Provincia

Singolare ma condivisibile e, pare, condivisa la richiesta del consigliere comunale di opposizione ed ex sindaco di Oria Cosimo Ferretti circa gli introiti degli autovelox fissi che per qualche mese hanno fatto bella presenza tanto lungo la circonvallazione quanto lungo la strada per Manduria, anzi da Manduria.

Il politico, anche ex consigliere provinciale, ha chiesto al presidente della Provincia Toni Matarrelli di redistribuire sul territorio la parte provinciale egli introiti da sanzioni per eccesso di velocità, introiti che – secondo accordi – dovrebbero essere equamente ripartiti tra Comune di Oria e Provincia di Brindisi, al netto degli accordi col gestore del servizio, ossia una ditta di Manduria (Taranto).

Cosimo Mimino Ferretti

Secondo Ferretti, quei soldi della Provincia potrebbero tranquillamente tornare a Oria per essere reinvestiti in sicurezza stradale, come normativa peraltro prevede, e in particolare potrebbero essere impiegati per rendere migliore la circonvallazione di Oria (strada provinciale 51 Oria Cellino bis), per sistemare la strada – in parte comunale, in parte comunale – che collega Oria al Santuario di San Cosimo alla Macchia (asfalto, illuminazione stradale, segnaletica e dossi), oltre che per la strada provinciale per Torre Santa Susanna (asfalto, pulizia dei canali di scolo e interventi generalizzati).

Toni Matarrelli

Interpellato sull’argomento, il presidente della Provincia si è detto possibilista ma intende comunque interloquire con gli uffici previo studio di fattibilità tecnica. Intanto, Ferretti ha lanciato le idee e attende risposta ufficiale e non ufficiosa. Chissà che non abbia ragione o, altrimenti, torto.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter