Oria, autovelox fissi: accolti diversi ricorsi. Il consigliere Ferretti molto scettico sulla gestione del servizio. “Danni economici per l’ente”

Così il consigliere comunale ed ex sindaco di Oria Cosimo Ferretti:

Ieri sera in Consiglio Comunale, nel corso della discussione per debiti fuori bilancio relativi a spese legali liquidate per sentenze in cause afferenti violazioni al Codice della Strada, abbiamo scoperto che il Giudice di Pace di Brindisi ha accolto il ricorso di alcuni automobilisti che sono stati multati per eccesso di velocità con i misuratori elettronici fissi installati nei mesi scorsi sulla circonvallazione di Oria e sulla strada Oria – Manduria (entrambe provinciali).

La principale motivazione alla base delle sentenze è che il Comando Polizia Municipale non è stato in grado di dimostrare l’impossibilità di procedere a contestazione immediata delle infrazioni al CdS per superamento dei limiti di velocità, così come prevede la “novellata disciplina del Codice della Strada, nonché nei recenti pronunciamenti di legittimità”.

Cosimo Ferretti

Ciò premesso viene da pensare che se tutti i contravvenzionati avessero fatto ricorso al Giudice di Pace, tutti avrebbero ottenuto l’annullamento del verbale ed il Comune sarebbe stato condannato a pagare le spese legali di ogni ricorrente. Il danno per le casse comunali sarebbe stato enorme e le figure meschine da parte dell’amministrazione comunale sarebbero state memorabili.

Nel corso della discussione (vedasi video allegato) sono emerse varie deprecabili lacune da parte del Comando Polizia Municipale, che si è limitato a inviare  delle controdeduzioni che non hanno convinto il Giudice di Pace.  Come evidenziato e stigmatizzato dal consigliere di maggioranza Schifone, il Comune non si è costituito in giudizio.

Purtroppo nell’enfasi della discussione ho dimenticato di evidenziare il seguente aspetto importantissimo: il responsabile della Polizia Locale nell’affidare ad una ditta, con determina n.822/2021, il servizio in prova del noleggio di due apparecchiature Photored F17Dr per la rilevazione automatica delle infrazioni al Codice della Strada ha disatteso l’atto di indirizzo della Giunta Comunale (delibera 127/2019) che prevedeva, fra le altre cose, il supporto legale per l’eventuale contenzioso.

Quindi, in mancanza di tale supporto legale che, nelle previsioni della Giunta, doveva essere fornito dalla ditta, resta da capire perché il Comune non si è costituito in giudizio a mezzo di affidamento di incarico legale, nonché il motivo per il quale non ha impugnato le sentenze facendo ricorso in appello, se si considera che in alcune sentenze è stato erroneamente scritto che le infrazioni sono state rilevate a mezzo di apparecchiature “speed scout” installate sul veicolo dell’organo accertatore.

Il Consigliere Carone ha bacchettato i suoi ex amici della Coalizione del Cambiamento per non aver correttamente vigilato sull’operato della Polizia Municipale, ricordando loro gli attacchi rivolti allo scrivente per non aver vigilato, quando sono stato sindaco per la seconda volta (2015-2017), sull’operato dell’allora responsabile della Polizia Municipale nella redazione degli atti di gara relativi alla gestione del servizio parcheggi a pagamento.

Un vecchio proverbio locale recita “A ci sputa an cielu an facci li torna”.

In aula eravamo in 14 (8 della maggioranza); noi della minoranza abbiamo espresso voto contrario e auspichiamo un intervento della magistratura contabile per quanto di competenza.
http://comuneoria.media-service.it/streaming/archivio/cc_13092022.mp4

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter