Risultati elettorali, Camassa (#Insieme): “Guai a paragonare elezioni diverse, vi ricordo qualche dato del passato”

Una nota da parte del segretario cittadino di #Insieme Antonio Camassa:

Mescolare i dati delle elezioni politiche con quelli locali è da sempre un esercizio di stile che ha portato a cocenti sconfitte (per chi lo fa questo esercizio…)

Anche perché il centrodestra ha sempre vinto in termini percentuali tutte le elezioni possibili negli anni: le europee, le regionali e oggi nuovamente le politiche.

Ma a Francavilla, dal 2009, e cioè da quando al ballottaggio andarono addirittura due centrodestra, il centrosinistra ha sempre stravinto.

Ma partiamo dalle politiche e le amministrative 2018.

Antonio Camassa

Il Movimento 5 Stelle spopolò alle politiche, ma in città riuscì ad eleggere solo un consigliere, il solo candidato sindaco.

Il centrodestra conquistò un ottimo risultato alle politiche (vinse in città), ma raccolse una storica sconfitta alle amministrative.

Il centrosinistra, pure senza aver brillato alle politiche, addirittura andò con due coalizioni al ballottaggio (Bruno e Denuzzo).

Alle regionali 2020 il centrodestra risultò maggioritario a Francavilla, ma poi in Regione ed il seggio di consigliere andarono al PD e a Bruno.

E anche le prossime elezioni locali del 2023 saranno ancora completamente diverse dalle elezioni politiche e dalle regionali, perché la gente vota le persone e non i simboli.

La gente vota chi c’è tutto l’anno e non soltanto nel periodo delle elezioni.

Il quadro politico nostrano è tutt’altro che chiaro, non è ben definito, anzi tutt’altro, e sempre a causa dei soliti personalismi che fanno solo male alla città.

Tutto questo per dire cosa?

Per dire che, archiviate queste elezioni politiche, è giunto il momento di rimboccarsi le maniche e di iniziare a fare proposte concrete per la nostra Francavilla: questa volta partiamo dalle proposte e non dai nomi o dai partiti…

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter