Improvviso malore in strada, muore Lillino Sardiello. Storico gelataio francavillese

Ha accusato un forte mal di testa e difatti stava raggiungendo l’ambulatorio del suo medico di famiglia, ma non ha fatto in tempo ad arrivarci. Teodoro “Lillino” Sardiello, storico gelataio di Francavilla Fontana, si è spento improvvisamente così questa mattina all’età di 79 anni tra via Regina Elena – suo quartier generale – e vico Arco Lupo. Era stato il titolare indiscusso del Bar Juve, oggi ereditato dalla figlia Alma, ed era considerato l’inventore del gelato doc francavillese, persino il Re del Gelato.

Lillino nel suo amatissimo bar

Vani i tentativi di soccorso da parte del 118, per l’artigiano non c’è stato proprio nulla da fare. Lillino ha incantato per decenni e decenni i palati di gente che giungeva anche da fuori Francavilla pur di gustare le sue leccornie, come il classico spumone: tante le sue sperimentazioni nel corso del tempo e tante la passione e l’energia profuse.

Lillino Sardiello

Lillino è stato in qualche modo legato anche allo Strillone, che nei primi anni ha avuto sede in un immobile di sua proprietà proprio in via Regina Elena. Un rapporto corretto e puntuale sfociato in stima e amicizia. La sua figura mancherà alla Città degli Imperiali, perché ne ha scritto un pezzo della storia artigianale e commerciale.

Giunga alla famiglia il più sincero sentimento di cordoglio.

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter