Curto punta il dito contro le “bugie” dell’Amministrazione Denuzzo: meriti? Macché

“La conferenza stampa di fine anno, ovvero di fine legislatura, dimostra, ove ve ne fosse ulteriore bisogno, che l‘attitudine alle più stravaganti bugie politiche costituisce un’arte in cui l’Amministrazione Denuzzo sicuramente eccelle”. 

Va – come suo solito – dritto al cuore della questione il sen. Euprepio Curto, già parlamentare, consigliere regionale e comunale, nel commentare la conferenza stampa tenuta dal sindaco Denuzzo. 

“Leggo – ha dichiarato Curto – di finanziamenti intercettati, di Pug, di Zona Pip, di via Roma, dei locali dell’ex Fiera Mostra dell’Ascensione, del “fu” – per l’Amministrazione Denuzzo – Centro di Carico Intermodale, della Caserma della Guardia di Finanza, del quartiere Musicisti, per finire al dolente tasto dei sostegni alle famiglie bisognose. Osservo il tenore delle dichiarazioni e mi rendo conto che l’attuale sindaco parla di questi temi quasi, in termini di merito, fossero ascrivibili alla sua Amministrazione, ovvero si tratti di risultati già conseguiti. Il che non è assolutamente vero!”. 

“E’ vero, invece- ha proseguito l’ex senatore – che mentre le precedenti Amministrazioni ebbero a fare i conti con i vincoli e le rigidità del Patto di Stabilità e Crescita, rigidamente controllato dall’Europa, questa Amministrazione sta contando su una mole enorme di finanziamenti riconosciuti non solo a Francavilla ma a tutti i Comuni d’Italia. Con una unica differenza: che altrove l’utilizzo è risultato eccellente, mentre su quello della città degli Imperiali è necessario stendere un velo pietoso”. 

“Ancor di più – ha incalzato l’esponente politico – imbarazza e irrita non poco menare vanto di un Pug che non tiene conto degli interessi della città, condannandola ad una irreversibile decrescita, e ad un altro poco edificante grigiore. Tutto ciò per non parlare del Centro di Carico Intermodale, tema di cui ci si è voluto semplicemente sbarazzare con una procedura che sarebbe stata – e tutt’ora dovrebbe essere – degna delle più puntuali attenzioni da parte della Politica. E non solo!”. 

Ebbene, mentre si registra tutto ciò, anche a causa della pressoché totale assenza di una qualsiasi opposizione, avviene che appalti di una certa rilevanza continuino ad operare in regime di proroga; concorsi indetti non vengono espletati senza che lor signori dicano perché (a proposito: vivissimi complimenti al dott. Umberto Manelli, nuovo Comandante della Polizia Municipale di Manduria il quale per vedere riconosciute le sue eccellenti qualità è stato “costretto” ad accedere in comuni viciniori); si avviino procedure di progressione verticale dopo aver ripetutamente modificato e “corretto” le modalità di valutazione. 

In estrema sintesi. Il sindaco Denuzzo, e la sua amministrazione, possono legittimamente rivendicare meriti che non hanno. A condizione che non pretendano che tutti, ma proprio tutti, in questa città abbiano fette di prosciutto sugli occhi, o, addirittura, l’anello al naso. Anche perché, qualora lo dovessero imprudentemente ipotizzare, imporrebbero, a chi è attento osservatore dei fatti ( e dei misfatti) politici , dimostrare il contrario. 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter