Il bilancio comunale dev’essere anche dei cittadini: 50mila euro a loro disposizione per un loro contributo di idee e progetti

Dopo il via libera da parte dell’Amministrazione Comunale, entra nel vivo la prima fase della seconda edizione del Bilancio Partecipato di Francavilla Fontana.

Sino al prossimo 20 febbraio tutti i residenti con almeno 16 anni d’età potranno candidare un progetto su arredo urbano, ambiente e verde pubblico, connettività ed innovazione tecnologica, cultura e patrimonio, giovani, scuole e infanzia, sport e benessere, viabilità e mobilità dolce. Le proposte ritenute ammissibili dagli Uffici comunali saranno messe al voto attraverso una consultazione online sulla piattaforma Francavilla partecipa. I progetti vincitori, scelti direttamente dai francavillesi, saranno realizzati.

L’Amministrazione Comunale ha destinato a questa iniziativa 50 mila euro.

Il Bilancio Partecipato – dichiara il Sindaco Antonello Denuzzo – è uno strumento prezioso che unisce le idee della cittadinanza e le competenze della pubblica amministrazione per la realizzazione di progettualità volte a migliorare la Città. È un percorso virtuoso che abbiamo voluto introdurre a Francavilla Fontana e che ha già prodotto importanti risultati.

I residenti interessati potranno partecipare in forma singola o associata e dovranno presentare un progetto utilizzando la modulistica disponibile sul sito internet istituzionale.

Attivare il bilancio partecipato – spiega l’Assessore alla Partecipazione Sergio Tatarano – è il modo più concreto per porsi in ascolto delle esigenze della cittadinanza, a cui non si rilascia una delega in bianco ma si richiede un esercizio di analisi e studio delle esigenze del territorio e si concede un’occasione imperdibile per ridurre le distanze dalle Istituzioni. Siamo contenti di essere uno dei pochi Comuni in Italia, meno di 40, a tenere acceso questo percorso che migliora la vivibilità ed aumento l’affezione alla cosa pubblica.

Grazie alla prima edizione, che ha visto la partecipazione di circa 1500 francavillesi, hanno preso forma due progetti. Ad aggiudicarsi la competizione furono l’idea avanzata dalla sezione locale della Lega Nazionale per la difesa del cane “Sei proposte per il randagismo” e la proposta “A cielo aperto” delle Associazioni Generazione72021 e Le Radici e le Ali con cui è stata data nuova vita a Parco Forleo Brayda, oggi diventato un punto di riferimento per tutti gli sportivi francavillesi.

Nasce dalla prima edizione anche l’idea del recupero delle due tele degli Imperiali che, come illustrato nei giorni scorsi, saranno restaurate grazie all’Amministrazione Comunale, alla famiglia Imperiali e all’impegno del Comitato “Si può fare”.

Il Bilancio Partecipato è stato presentato martedì 17 gennaio nel corso di un incontro pubblico cui sono intervenuti il Sindaco Antonello Denuzzo e gli Assessori Sergio Tatarano e Maria Angelotti.
 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter