Brindisi, spari contro le abitazioni: due episodi in tre giorni, preoccupazione tra i cittadini

Spari-palazzina-casale-brindisiQuattro colpi quattro di pistola, esplosi dal passeggero di uno scooter, hanno raggiunto ieri sera intorno alle 19 il portone d’ingresso di una palazzina al civico 26 di via Baracca, al rione Casale di Brindisi. Sul caso indagano i carabinieri di Brindisi Casale, che ieri sera stesso hanno ascoltato uno dei possibili destinatari di quello che senza dubbio è stato un avvertimento: il 39enne L.D.E., implicato in una complessa vicenda giudiziaria relativa all’affido di una bambina. Il probabile collegamento tra il brindisino e gli spari è scattato subito: il 12 febbraio scorso, sempre in via Baracca, era stata incendiata una Fiat Punto parcheggiata di fronte al portone della stessa palazzina e sempre di proprietà di L.D.E..

I fatti si sono consumati intorno alle 19 di ieri, quando due individui hanno raggiunto in scooter la palazzina a tre piani del Casale. Una volta di fronte al portone d’ingresso, l’occupante la parte posteriore del sellino è sceso in strada, si è posizionato di fronte al portone e ha fatto fuoco per quattro volte. Poi la fuga, con il complice alla guida. Il 39enne ascoltato dagli investigatori e sua figlia pare fossero appena rincasati.

A tutta la scena hanno assistito alcuni bambini che, a quell’ora, giocavano in un cortile non distante.
Di sicuro non c’è un collegamento tra i due episodi, ma domenica scorsa intorno alle 6 qualcuno aveva adoperato le medesime modalità d’azione in via Romolo, sparando due pistolettate contro il portoncino di una palazzina al civico 40. Anche in quella circostanza si è trattato di un avvertimento, e l’impressione che quello di sparare contro gli ingressi delle abitazioni sia un “nuovo” modello d’intimidazione nel capoluogo prende piede, non solo tra i cittadini, ma anche nelle considerazioni in fase d’indagine da parte degli stessi appartenenti alle forze dell’ordine.

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com