Brindisi, l’Enel si sveglia nell’ultimo quarto ed esagera: secondo posto e ipoteca playoff

New-Basket-Brindisi-prima-paginaBrindisi: James 5, Todic, Savoia, Formenti, Dyson 24, Lewis 12, Chiotti, Zerini 7, Snaer 7, Leggio, Campbell 10, Jackson. All. Bucchi
Caserta: Mordente, Marzaioli, Vitali 8, Tommasini 3, Michelori 9, Brooks 13, Roberts 9, Moore 4, Scott 3, Easley 4. Allenatore: Molin
Arbitri: Vhiari, Bettini, Filippini.
Parziali: 21-13; 32-28 (11-15); 40-47 (8-19); 64-53 (24-6).

Nel quarto quarto anche meglio che contro Varese: la sveglia è suonata tardi, ma per il pubblico del PalaPentassuglia è valsa davvero la pena attendere. Il miglior attacco e la miglior difesa di giornata si sono visti quando è servito. Dopo i tre primi quarti tutto sommato deludenti, nell’ultimo l’Enel è stata un’altra squadra, nonostante la panchina corta. 64-53, con i campani che nel tempino finale si sono scontrati contro la grandissima difesa adriatica, come conferma il parziale di 24-6. Attacco avversario annientato, partita difficile, ma secondo posto in classifica da soli agguantato e palyoff ipotecati. Grandissimo l’apporto dei tifosi di casa, incitati dopo un deludente terzo quarto dallo stesso coach Piero Bucchi. Al termine della gara, entusiasta il patron Massimo Ferrarese: «Sono abituato a sognare in grande: io una partita così non l’avevo mai vista, Bucchi è un fantastico direttore d’orchestra, a questo punto niente è impossibile».

 

 

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter