Fratelli d’Italia – An: non solo Meloni, ecco i delegati nazionali della provincia di Brindisi

Tiberio Saccomanno
Tiberio Saccomanno

Non solo Giorgia Meloni, eletta presidente. Nel corso del congresso nazionale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, tenutosi a Fiuggi e intitolato “In nome del popolo sovrano”, sono stati decretati anche, forse soprattutto, i delegati del partito, espressioni dei territori locali, che d’ora in poi rappresenteranno nell’assemblea nazionale. Tra essi, per la provincia di Brindisi spiccano le figure dell’ex senatore Michele Saccomano, del componente in seno alla costituente provinciale Fdi-An, nonché capogruppo in Consiglio comunale a Torre Santa Susanna, Tiberio Saccomanno, dell’ex assessore del Comune di Brindisi Cesare Mevoli e dell’ex dirigente di Azione Giovani Luciano Cavaliere di San Vito dei Normanni. Saranno loro quattro a rappresentare la provincia di Brindisi all’interno di un sodalizio che i recenti sondaggi danno in forte crescita, che pare quindi rientrare nelle grazie degli elettori almeno in termini di future intenzioni di voto. Il congresso di Fiuggi ha in sostanza ratificato il risultato delle primarie, quindi l’elezione plebiscitaria – non solo in quanto unica candidata – di Meloni, che dal palco del PalaTerme ha tracciato la rotta “anti-euro” in vista delle Europee, ma anche designato chi si sobbarcherà oneri e onori di raccogliere ed esprimere presso l’organo centrale le istanze locali per una politica che sia il più vicino possibile alle esigenze dei cittadini. Stando a quanto sostenuto dal presidente, lontani quindi dal Partito popolare europeo, dalle invettive del cancelliere tedesco Angela Merkel e fuori soprattutto dall’area moneta unica, rea – secondo Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale – di star attentando, giorno dopo giorno, all’economia e al potere d’acquisto delle famiglie. «Non accettiamo di essere classificati come un paese maiale, perché in realtà noi siamo galline dalle uova d’oro. In queste condizioni all’Italia non conviene stare ancora nell’euro. Se vogliono che restiamo ci facciano cambiare idea», ha detto Meloni. «Sono onorato dalla possibilità accordatami da chi mi ha eletto – dichiara un entusiasta Tiberio Saccomanno – e per questo cercherò di fare del mio meglio per rappresentare progetti e istanze del partito, ma soprattutto del territorio di cui sono espressione».

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter