Oria, il poliziotto rifiuta il premio del sindaco: «Grazie mille, ma non sono un eroe: ho fatto solo il mio lavoro»

alessio-mola-sindaco-pomaricoL’agente scelto della Polstrada Alessio Mola, protagonista nei giorni scorsi di una pericolosa operazione in autostrada (leggi qui), ha scritto al sindaco di Oria Cosimo Pomarico per chiedergli di essere depennato dall’elenco degli oritani che saranno premiati nel corso della manifestazione “Oritani nel mondo”, ecco il testo:

«Gentile signor sindaco, la ringrazio per le parole di stima e di orgoglio che mi ha rivolto. Grazie anche per la decisione di inserirmi nell’elenco dei suoi concittadini da premiare durante la manifestazione “Oritani nel mondo”. Pur apprezzando molto questo suo gesto devo tuttavia chiederle di depennarmi da quell’elenco. Io alla manifestazione non parteciperò, non per snobismo o irriconoscenza, ma perché non ritengo di aver fatto nulla di più che il mio lavoro. Imboccare contromano un’autostrada per fermare un’auto impazzita fa parte dei rischi del mestiere di poliziotto, un mestiere che io ho scelto di fare. Se quella notte al mio posto ci fosse stato un qualsiasi altro mio collega, può star certo che si sarebbe comportato allo stesso modo. La ringrazio ancora una volta per il suo gesto e le ribadisco con largo anticipo la mia intenzione di non prendere parte alla manifestazione e la richiesta di escludermi da quell’elenco».

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter