Oria, già fuori uso i dissuasori in piazza Manfredi. Bloccate autoambulanza e auto dei vigili. Il video

zona pedonale oria 1Primi gravi problemi a Oria per i dissuasori che sarebbero dovuti entrare in funzione già quest’oggi alle 17 in piazza Manfredi, via Roma e piazza Cattedrale. Qualcuno nella notte ha infatti pensato bene di rubare la scheda del dispositivo che in piazza Manfredi permette alle forze di polizia e ai mezzi di soccorso di azionare i pistoni con un telecomando o, in automatico, con il suono delle sirene. A individuare il problema, verso le 18, è stato il comandante dei vigili urbani, il tenente Emilio Dell’Aquila, durante una verifica sul funzionamento del dispositivo: il pistone della barriera di Piazza Manfredi, che avrebbe dovuto abbassarsi, non è entrato in funzione. Da qui la scoperta del furto, venuto a galla dopo che in un primo momento il malfunzionamento era stato  attribuito ad alcuni fili di corrente non correttamente interrati vicino al pistone. E proprio durante il sopralluogo dei vigili un’ambulanza, trovatasi di fronte ai dissuasori bloccati, ha dovuto imboccare una strada alterantiva per poter accedere al centro storico.

I dissuasori in piazza Manfredi
I dissuasori in piazza Manfredi

I dissuasori sono dotati di un sensore metallico che, al suono della sirena, abbassa il pistone in modo da consentire il passaggio esclusivo dei mezzi di soccorso, delle forze armate e dei vigili urbani, mentre è stato consegnato un telecomando ai possessori o affittuari di autorimesse nel centro storico.
Il sindaco Cosimo Pomarico ha anche comunicato gli “orari di servizio” dei dissuasori di Piazza Manfredi, Via Roma e Piazza Cattedrale stabilendo che nei giorni feriali sarà operativo dalle 17 alle 22, nei pre-festivi dalle 17 alle 02.00 della notte successiva e dalle 7.00 alle 24 nei giorni festivi; questi saranno gli orari che dovranno essere rispettati fino alla fine della stagione estiva. Inoltre i dissuasori sono collegati ad un timer che, alle ore impostate, alzano i pistoni: il Comandante rassicura la cittadinanza che se un’auto o un pedone dovesse transitare nel momento in cui il pistone dovesse alzarsi o abbassarsi, il sensore riconosce il passaggio e si blocca automaticamente. Rimangono ancora in stand-by le telecamere della Z.T.L. che potrebbero però entrare presto in funzione.

di Alfredo Carbone

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter