Elezioni, il M5S di Oria lancia la sua proposta: “Ecco i nostri criteri per scegliere gli scrutatori”

Un nuovo regolamento che garantisca tutti – soprattutto chi ha più bisogno – e che permetta la selezione di gente nuova. E’ quanto propone il Movimento 5 stelle di Oria per la selezione dei cittadini che dovranno svolgere le operazioni di scrutinio nei seggi elettorali durante le prossime elezioni europee del 25 maggio. Riportiamo a seguire il testo della proposta:

elezioni_spoglio-4fa7960748f2e

“Il Movimento 5 Stelle Oria, ritenendo che il merito, la trasparenza e l’equità siamo alla base di una società civile e solidale, auspica che ad Oria la selezione dei cittadini che dovranno svolgere le operazioni di scrutatori nei seggi elettorali, un momento importante per la democrazia e per la vita politica comunale, sia disciplinata secondo regole semplici, solidali e trasparenti. Tali regole devono tutelare il merito, il reddito e l’età e devono cercare di agevolare chi, nella nostra società, rimane indietro. Inoltre deve essere garantito il giusto “turn-over” o avvicendamento tra i cittadini selezionati.
L’applicazione di un regolamento condiviso, determinerebbe un metodo nuovo per nominare gli scrutatori tramite delle regole scritte, concordate e condivise con la cittadinanza che rispettino i requisiti di equità e di meritocrazia sopra descritti; basta con l’assenza di regole, basta con la nomina diretta dei membri della commissione elettorale o dei loro partiti di riferimento, un metodo che è visto dalla popolazione come “un modo come un altro per ‘arraffare’ voti!” .
La partecipazione alla vita politica da parte dei cittadini avviene anche e soprattutto nel momento delle consultazioni elettorali; è fondamentale, quindi, che l’impegno civico dei cittadini/scrutatori avvenga con la giusta informazione, responsabilizzazione, partecipazione e trasparenza.
Alle ultime consultazioni politiche è stato fatto un primo passo in tal senso, infatti, fu deciso dalla commissione elettorale del Comune di Oria di procedere alla nomina degli scrutatori mediante sorteggio pubblico. Noi del Movimento 5 Stelle Oria vogliamo partire da li e andare avanti.
E’ per tali motivi, quindi, che, noi del M5S Oria, chiediamo un incontro pubblico con tutti i consiglieri dell’Amministrazione comunale e con la Commissione Elettorale, al fine di presentare e discutere la nostra proposta di regolamento che abbiamo realizzato ispirandoci ai principi di solidarietà, merito e trasparenza, sperando che i nostri amministratori la facciano propria e la applichino già dalle prossime elezioni europee.
Eccovi la nostra proposta di regolamento:
PROPOSTA REGOLAMENTO
Tutti gli iscritti alla lista degli scrutatori del Comune di Oria verranno collocati all’interno di una classifica con un punteggio che viene così determinato:
– Titolo di Studio: Laurea100 pt, Diploma 60 pt; Licenza media 20 pt
Senza titolo 0 pt
– Età: da 100 pt per 18 anni a 48 pt per 70 anni
– Lavoro: Impiegato 0 pt
Cassa integrazione 25 pt
Disoccupato 50 pt
-Reddito: chi presenta un ISEE inferiore a 6.000 €100 pt
chi presenta un ISEE inferiore a 10.000 € 50 pt
chi presenta un ISEE superiore a 10.000 € o chi NON presenta ISEE 0 pt
-Turn-Over: Scrutatore nelle ultime elezioni -50 pt
Scrutatore nelle penultime elezioni -40 pt
Scrutatore nelle terzultime elezioni -30 pt
Scrutatore nelle quartultime elezioni -20 pt
Scrutatore nelle quintultime elezioni -10 pt
Oltre 0 pt
-Chi rinuncia ad una nomina dopo essere stato selezionato, viene penalizzato con -30 pt.
Così facendo le nomine come scrutatore verranno attribuite in maniera inversamente proporzionale al proprio reddito, infatti, si agevolano i cittadini facenti parte di famiglie meno abbienti; si agevola il merito, quindi, chi ha titoli di studio (che lo rendono più idoneo a svolgere le mansioni di scrutatore, garantendo così uno svolgimento più tranquillo e regolare delle operazioni di spoglio); si agevolano i giovani; a parità di requisiti si preferisce chi è disoccupato e non chi lavora; si penalizza chi ha già fatto recentemente lo scrutatore; si penalizza chi rifiuta la nomina, pur essendosi iscritto liberamente alle liste, in modo da responsabilizzarlo ad un impegno civico così importante.
Per evitare brogli o dichiarazioni mendaci, l’Amministrazione si fa da garante pubblicando la classifica aggiornata sul sito web istituzionale oltre che provvedere ad informare i cittadini che eseguirà dei controlli random sul 10% degli scrutatori nominati”.

joezampetti
snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter