Francavilla, Matarrese e Zanetti per il candidato sindaco Attanasi

domenico attanasiSi riceve e pubblica:

“Gli impegni di governo per il rilancio dell’economia e del meridione d’Italia”: è questo il tema della tavola rotonda che si terrà domani mattina a partire dalle ore 10 presso la Sala Leonardo di Castello Imperiali e che vedrà la partecipazione di Domenico Attanasi, candidato sindaco dell’area moderata di centrodestra, Salvatore Matarrese, capogruppo di Scelta Civica nella VIII Commissione “Ambiente, territorio e lavori pubblici” della Camera dei Deputati ed Enrico Zanetti, Sottosegretario di Stato del Ministero dell’Economia e delle Finanze.

“Sono noti i dati statistici che rivelano un costante e progressivo incrudimento di tutti i fattori di crisi economica e sociale nel Sud Italia. E’ il Meridione d’Italia, infatti, il luogo in cui si registrano le percentuali più alte di disoccupazione (giovanile e non), il maggiore calo dei consumi, la più significativa ripresa dei fenomeni di emigrazione (sia intellettuale che di manodopera)”. Lo dichiara in una nota l’avv. Domenico Attanasi, il quale prosegue: “Basti considerare che il tasso di disoccupazione in Provincia di Brindisi è superiore di circa quattro punti percentuali rispetto alla media (già allarmante) che si registra a livello nazionale. Ciò non solo impone una accurata riflessione sulle cause endemiche della crisi ma, soprattutto, rende indispensabile un costante dialogo tra le istituzioni periferiche e le massime autorità di governo”. “Per tali ragioni” –  ha concluso Attanasi – “ho voluto che il giovane e competente Sottosegretario di Stato all’Economia Enrico Zanetti, che ringrazio per la disponibilità, ricevesse direttamente le sollecitazioni di una comunità che ha ancora in sé le risorse (soprattutto umane) per confidare in una prospettiva di rilancio e di dignità”.

A margine della tavola rotonda interverranno rappresentanti del terzo settore e delle associazioni di categoria e giovanili.

Comunicato stampa avv. Domenico Attanasi

snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter