Oria, la polemica: i Misteri solo simbolici causa maltempo, ma il vescovo poi è andato a Francavilla

Il Cristo Morto e l'Addolorata nella cattedrale, foto Emilio Dell'Aquila
Il Cristo Morto e l’Addolorata nella cattedrale, foto Emilio Dell’Aquila

Ce lo segnala un lettore, ma sono in molti a pensarlo: perché la processione dei Misteri di Oria è stata celebrata solo simbolicamente a causa del maltempo, mentre a Francavilla tutto è andato liscio?

Nel comune sede della Diocesi, Oria, per l’appunto, il tradizionale corteo religioso del venerdì Santo è consistito in un rapido giro delle statue della Passione di Cristo per le navate della basilica. Una celere celebrazione, insomma, al termine della quale il vescovo Vincenzo Pisanello si è mosso alla volta della Città degli Imperiali, dove invece i Riti sono soltanto stati spostati poco più in là nel tempo rispetto all’appuntamento fissato: anziché alle 19,30, la processione è partita dalla chiesa di Santa Chiara alle 20,45.

Se la causa del rinvio a Oria è stata la pioggia, perché a Francavilla tutto si è svolto come se nulla fosse? Qualcuno si spinge oltre: “Stanno calpestando le nostre tradizioni religiose, e noi ce ne restiamo anche in silenzio”

 

joezampetti
snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter