La Puglia tra i 15 posti al mondo da visitare prima che diventino famosi. Lo scrive l’Huffington Post

salento mareLa Puglia? Un posto da visitare assolutamente, prima che diventi troppo famoso e caotico. Non si tratta di marketing territoriale spiccio, ideato da qualche amministratore locale per puntare forte sul turismo, bensì dell’invito rivolto ai suoi lettori di ogni parte del mondo dalla celebre testata statunitense “Huffington Post”, che nei giorni scorsi ha inserito per l’appunto la regione italiana tra i “15 place to go before they get famous”. Si tratta di una speciale classifica delle mete turistiche ancora poco conosciute e inflazionate.

Le motivazioni per le quali l’Huff punta forte sulla Puglia sono presto spiegate: «La dieta mediterranea assume qui una delle sue forme più pure e più deliziose. Il cibo (dalle olive ai carciofi ai salumi) è di origine locale, i ristoranti sono all’antica ma di elevata qualità, e si può dormire in un agriturismo… ah, e quasi tutto ciò avviene sul mare».

gastronomia pugliaAltro motivo d’orgoglio, il fatto che il Tacco d’Italia sia l’unica location nazionale a essere stata inserita in questa specialissima graduatoria accanto ad altri posti sparsi per il globo: : José Ignacio (Uruguay); Koh Rong (Cambogia); Sofia (Bulgaria); Ambergris Caye (Belize); il Myanmar; Roatán (Honduras); Riga (Lettonia); le Cascate Vittoria (Zambia e Zimbabwe); York (Regno Unito); Busan (Corea del Sud); Manila (Filippine); Phu Quoc (Vietnam); Kep (Cambogia); Salinas Grandes (Argentina).

Certo, quello del sito d’informazione Usa non è il solo riconoscimento internazionale nei confronti di un territorio che, specie negli ultimi anni, ha mosso passi da gigante – grazie soprattutto all’attrattività conclamata di Salento e Gargano – nel settore turistico. Tuttavia, viene ancora considerato un territorio quasi “vergine” e, perciò, da esplorare subito così che un giorno – per dirla con l’autrice dell’articolo – quando brulicherà di esseri umani, si possa dire: «La Puglia? La conosco già da tempo…».

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter