Francavilla, Ncd: «Ma quale tradimento? Contro di noi strumentalizzazioni per la voglia di tornare al passato: riecco il duo Vitali-Curto»

Il Comune di Francavilla
Il Comune di Francavilla

Mai e poi mai ci saremmo aspettati un così grave ritorno al passato .

Mai e poi mai avremmo potuto immaginare che una forza politica, che fa parte della nostra coalizione, potesse strumentalizzare episodi marginali, inesistenti o addirittura artatamente costituiti, con il solo scopo di coprire le proprie deficienze e le proprie inefficienze, tanto di strategia politica quanto pertinenti alla propria forza elettorale.

Mai e poi mai avremmo voluto scrivere queste righe per il rispetto e la stima che nutriamo, tanto per il professionista quanto per il politico, Avv. Domenico Attanasi, Candidato Sindaco della nostra coalizione, al quale però abbiamo chiesto di formalizzare per mezzo di un comunicato stampa, il chiaro ed evidente ringraziamento che nella serata di ieri Egli stesso ha espresso in presenza di tutti i nostri candidati e del gruppo dirigente NCD.

L’Avv. Attanasi ha riferito circa l’apporto assolutamente convinto e determinate del NCD ai fini del risultato ottenuto al primo turno, ovvero quello di aver perso per pochissimo l’opportunità del ballottaggio, ed in merito l’insussistenza, la infondatezza e della non rilevanza, ai fini del risultato, di quello che viene chiamato voto disgiunto.

Leggiamo invece una nota che nel garbo e con l’equilibrio che caratterizza il suo estensore, è ben distante dall’allontanare le accuse e le maldicenze circa presunti, premeditati e sistematici comportamenti che avrebbero impedito allo stesso di giungere al turno di ballottaggio.

Prendiamo atto con sincera amarezza, profonda delusione ma al contempo con moderata comprensione della posizione espressa nella nota dell’Avv. Attanasi, preferendo ricordare piuttosto,con piacere, le parole di ringraziamento rivolte ai nostri Candidati espresse durante la riunione di ieri sera.

Il Nuovo Centrodestra non ha disatteso le migliori aspettative che alla vigilia hanno accompagnato la sua discesa in campo, semmai è vero il contrario, e cioè che i risultati hanno ampiamente superato le attese stesse, raggiungendo 2.546 voti di Lista, 2 Consiglieri eletti.

Siamo quindi il primo partito della coalizione a sostegno dell’Avv. Attanasi sia per numero di consensi che per rappresentanti eletti.

Al contrario c’è che si arroga il diritto di offendere l’impegno del nostro partito, chi avendo pubblicamente dichiarato che con le sue 3 liste (ad esclusione della lista IDEA del candidato Sindaco) avrebbe certamente contribuito con almeno 5.000 voti al progetto, che aggiungendosi a quelli di IDEA, avrebbero costituito una base di 6.000/6.500 voti utili all’elezione dell’Avv. Attanasi.

Chi ha inopinatamente sostenuto tutto questo, ha visto invece certificare dalle urne e dagli elettori il fallimento delle proprie improbabili quanto fantasiose e strumentali previsioni, portando alla sconfitta il più bel progetto politico degli ultimi venti anni, quello nato intorno alla persona di Domenico Attanasi.

Questo partito ha un nome e si chiama Progetto per l’Italia, ed ha un cognome, Curto, capace di ottenere in questa tornata elettorale un solo risultato, ovvero quello di eleggere solo se stesso al Consiglio Comunale, a discapito e con il sacrificio di altri 71 Candidati.

Al NCD era stato chiesto di portare un degno contributo ad un avviato e già di per se vincente progetto politico, i cui “pilastri” alla luce dei risultati, sono invece evidentemente crollati, e che grazie proprio a quel contributo, il nostro, di peso e spessore ben maggiore del minimo richiestoci, ha invece sfiorato il successo.

Ci sarebbe spettato un plauso invece delle ingiurie e delle accuse che il Sen. Curto ci ha indirizzato.

Il disegno ora si sta però palesando anche agli occhi dei meno avvezzi alle cose della politica.

Si comprende infatti come la strumentale persecuzione cui siamo stati sottoposti altro non è che il tentativo di coprire un sottostante, probabile e pregresso accordo tra Vitali e Curto, ovvero tra quanto di più antico possa offrire la politica Francavillese.

Prova ne è che nella campagna elettorale, l’insulto e l’offesa quali espressioni della becera propaganda politica che pur indegnamente hanno colpito a destra e manca, non hanno sfiorato nessuno dei due, quasi questo il segnale di un “reciproco rispetto”.

Il Gruppo dirigente del NCD pretende pertanto con fermezza, chiarezza e nettezza che la verità sia inequivocabilmente ristabilita, attraverso formali immediate dichiarazioni da parte dei Soggetti coinvolti, ovvero il Candidato Sindaco ed il responsabile di Progetto per l’Itala, che determinino l’inconfutabile lealtà del NCD e dei suoi Candidati alla Coalizione intera ed in particolar modo al Candidato Domenico Attanasi.

Ncd Francavilla

Titolo Slide 1
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 2
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Titolo Slide 3
Lorem ipsum dolor sit amet consectetur adipiscing elit dolor
Clicca qui
Previous slide
Next slide

Carabinieri tra i banchi per parlare di legalità

Nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno incontrato tutte le classi dell’Istituto Alberghiero “Cataldo Agostinelli” di Ceglie Messapica (BR).

Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com