“Conigli ai miei elettori non lo dici!”, polemica tra Bruno e Capuano, che però spiega tutto

“Nessuno può dare del ‘coniglio’ agli elettori che non hanno votato il centrodestra, tantomeno Capuano, che fino a qualche mese fa era sul punto di far parte della coalizione di centrosinistra e negli ultimi anni si è girato con disinvoltura tutti i partiti”. Così, durante il comizio di ieri sera in piazza Dante, il candidato sindaco di centrosinistra a Francavilla Maurizio Bruno, che ha replicato a un presunto insulto rivolto da Gianni Capuano – primo dei consiglieri eletti nella Puglia prima di tutto – a chi al primo turno non ha votato centrodestra.

La campagna elettorale per il ballottagio delle amministrative è entrata davvero nel vivo, se addirittura Bruno e Capuano, fuori dalla politica molto amici e tra i quali intercorre un’indiscussa stima reciproca, non se le mandano a dire.

Gianni Capuano
Gianni Capuano

Il diretto interessato, Capuano, proprio in questi giorni impegnatissimo a perorare la causa del candidato sindaco di centrodestra Antonio Sgura, la cui elezione aprirebbe al suo partito le porte di un assessorato, non ha mancato di rispondere a tono a Bruno, ma soprattutto a chi – il profilo Francavilla Fontana Vistadame direttamente dal social network facebook – aveva fatto montare un caso “creato ad arte e ingiustificatamente”.

“Normalmente non rispondo ai profili senza nome, ma mi pare doveroso precisare che il mio comizio ed il mio intervento non era rivolto a tutti gli elettori che non hanno sostenuto la nostra coalizione ma a qualche personaggio che miseramente ha offeso il nostro operato ed alcuni componenti della coalizione. Se vogliamo generalizzare per essere pretestuosi alzo le mani e vi lascio giocare. Gradirei una firma e non l’anonimato quando si fanno affermazioni così gravi”.

joezampetti
snasto
nuovarredo
Resta aggiornato

Iscriviti alle nostre newsletter